Enna, servizio idrico e partite pregresse, un nuovo confronto - QdS

Enna, servizio idrico e partite pregresse, un nuovo confronto

redazione

Enna, servizio idrico e partite pregresse, un nuovo confronto

giovedì 30 Settembre 2021 - 00:25

Dopo la sentenza emessa sul tema dalla Corte di Cassazione, alcuni sindaci della provincia hanno chiesto un incontro in sede di Assemblea territoriale idrica. Le precisazioni di AcquaEnna

ENNA – A distanza di tre mesi dalla sentenza n. 17959 del 23 giugno 21 della Corte di Cassazione sulla questione “partite pregresse” del servizio idrico, in provincia si cercano soluzioni tempestive e definitive sulla questione, ritenuta centrale per molti consumatori. Le partite pregresse sono importi che gli utenti hanno trovato e trovano in bolletta, corrispondenti non a un effettivo consumo d’acqua, ma al recupero di importi legati a voci precedenti.

Il sindaco di Enna, Maurizio Dipietro, e i primi cittadini del Pd della provincia – Antonio Licciardo (Assoro), Carmelo Scravaglieri (Catenanuova), Piero Capizzi (Calascibetta), Francesco Bivona (Regalbuto) e Fabio Venezia (Troina) hanno infatti chiesto al presidente dell’Assemblea dei sindaci e dell’Assemblea territoriale idrica (Ati), Antonino Cammarata (sindaco di Piazza Armerina), un incontro per discutere sull’eventualità della sospensione immediata della riscossione delle partite pregresse nelle bollette AcquaEnna.

“La vicenda delle partite pregresse – ha dichiarato Dipietro – è ormai al centro del dibattito politico da troppo tempo e prendendo atto che esse incidono considerevolmente sulle bollette dei cittadini e che il servizio idrico della nostra provincia è notoriamente uno dei più cari di tutta Italia, chiediamo che sia convocata l’Assemblea dei sindaci e che questa deliberi l’annullamento, l’inefficacia e l’illegittimità delle partite pregresse corrisposte dagli utenti, nonché intraprenda ogni opportuna iniziativa al fine di tutelare la collettività ennese”.

I primi cittadini del Pd, in una nota congiunta, si sono poi detti pronti ad approfondire il tema per provare a diminuire le bollette dei cittadini ennesi e allo stesso tempo, desiderosi di instaurare un dibattito sulla possibilità, alla luce delle ingenti risorse del Recovery plan, di poter predisporre adeguati progetti per il miglioramento della rete idrica della provincia e l’adeguamento degli impianti di depurazione.

Sulla vicenda non si è fatta attendere troppo la replica di AcquaEnna. “Al fine di non alimentare distorte aspettative nell’utenza – ha affermato il direttore generale Michele Zappalà – riconducibili a una impropria interpretazione delle statuizioni contenute nella citata sentenza (della Cassazione, ndr) AcquaEnna Scpa precisa che, per come è stato più volte riconosciuto e sancito dal Tribunale di Enna, quale Giudice di secondo grado, AcquaEnna non applica le cosiddette partite pregresse in relazione ai consumi pregressi, ma solo ed esclusivamente ai consumi correnti”.

La palla passa ora al sindaco Cammarata e all’Ati, che dovrà confrontarsi su quale sarà l’epilogo di questa questione, ormai da anni al centro del dibattito politico locale, dando così delle risposte definitive a tutti i cittadini.

Fabrizio Giuffrida

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684