L’esercito dei giovani che combatte le mafie - QdS

L’esercito dei giovani che combatte le mafie

redazione

L’esercito dei giovani che combatte le mafie

martedì 25 Maggio 2021 - 00:00

Tornano, come ogni estate, i campi “Libera” alla scoperta dei beni confiscati

Sono migliaia i giovani che ogni estate scelgono di fare un’esperienza di impegno e di formazione sui terreni e i beni confiscati alle mafie ed ora gestiti dalle cooperative sociali e dalle associazioni.

A tal proposito, puntuale come ogni anno, torna il progetto “E!State Liberi! – Campi di impegno e formazione sui beni confiscati” finalizzato alla valorizzazione e alla promozione del riutilizzo sociale dei beni confiscati e sequestrati alle mafie, nonché alla formazione dei partecipanti sui temi dell’antimafia sociale e alla conoscenza dei territori coinvolti, attraverso specifici momenti di impegno concreto anche di prossimità e in collaborazione con gli attori sociali della rete di Libera, Associazione contro le mafie.

Se da un lato E!State Liberi! si delinea come un progetto fondamentale per le realtà che gestiscono beni confiscati e sequestrati, poiché si riesce a indirizzare nei confronti di queste realtà un importante contributo in termini partecipativi e promozionali, dall’altro lato i veri protagonisti sono i tanti giovani e adulti, che ogni estate decidono volontariamente di dedicare una parte delle proprie vacanze ad accompagnare il quotidiano impegno di cooperative sociali ed associazioni nelle reti territoriali dell’antimafia sociale.

Nelle tante località coinvolte il progetto impatta ogni anno positivamente sui territori coinvolti, portando presenza e partecipazione attiva in contesti in cui si promuove un cambiamento culturale.

Tutte le esperienze, sia quelle residenziali che non residenziali, sono organizzate seguendo le “Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini e adolescenti nella fase 2 dell’emergenza Covid-19” emanate dal dipartimento per le Politiche della Famiglia – Presidenza del Consiglio dei ministri.

Tipologie dei campi

Diverse le tipologie dei campi: per singoli maggiorenni, per gruppi, per minorenni, per famiglie, i campi tematici e i campi aziendali. In particolare negli ultimi anni sono state consolidate le esperienze dei campi tematici, in cui i momenti di formazione e le azioni concrete sono dedicate ad ambiti di intervento specifici dell’associazione.

Libera continua ad investire sull’attivazione dei più giovani con esperienze dedicate ai e alle partecipanti dai 14 ai 17 anni. Sempre nell’ambito minorile è stato confermato l’impegno dell’associazione nel coinvolgimento sui campi E!State Liberi! dei ragazzi “messi alla prova”.

Queste esperienze costituiscono per tanti ragazzi un arricchimento del proprio percorso di riscatto dagli errori commessi e di emancipazione dai propri contesti socio/culturali di provenienza.

Anche nei confronti delle aziende sono state dedicate specifiche esperienze sui campi, dedicate ai lavoratori o ai figli dei lavoratori di realtà aziendali con cui Libera collabora, favorendo e rinsaldando la collaborazione tra l’associazione e le realtà coinvolte.

Sono numerose le esperienze in cui i partecipanti, al primo contatto con Libera, di ritorno dai campi cominciano ad impegnarsi quotidianamente nell’associazione, nel proprio territorio di provenienza.

Libera ha sottoscritto con tutte le realtà sociali che hanno ospitato i campi E!State Liberi! Una ”Carta dei Valori e degli Impegni”: un protocollo di impegni reciproci per migliorare il funzionamento e garantire sempre più l’efficacia del progetto.

TUTTI I PROGETTI IN SICILIA

Dal 21 al 25 giugno
Dal 28 giugno al 2 luglio

On The Road – le strade dell’antimafia sociale

– Luogo: Messina
– A chi è rivolto: over 16
– Quota di partecipazione: 75,00 euro/persona
– Posti disponibili: 12
– Tipologia alloggio: non previsto
– Attività previste: le attività formative che verranno realizzate avranno una stretta correlazione con la storia della mafia e dell’antimafia a Messina, vissuta attraverso le strade, i quartieri e le storie d’impegno e di riscatto. Si tratterà di un’esperienza “on the road” in cui le attività pratiche saranno strettamente connesse al percorso formativo. È previsto che le attività si svolgano dalla mattina al primo pomeriggio, anche in funzione dell’organizzazione delle associazioni con cui si collaborerà. Previste attività di animazione territoriale, attività sportiva, attività di cura e rigenerazione degli spazie di piccola manutenzione.

Dal 28 giugno al 2 luglio

Casa Ballarò – tutti i colori di Palermo

– Luogo: Palermo
– A chi è rivolto: dai 14 ai 17 anni
– Quota di partecipazione: 30,00 euro/persona
– Posti disponibili: 15
– Tipologia alloggio: non previsto
– Attività previste: i partecipanti al campo si prenderanno cura di alcuni quartieri della città, intesi come “beni comuni”, impegnandosi in attività di rigenerazione urbana e umana, a stretto contatto con le organizzazioni coinvolte in questi processi. Il percorso all’interno dei quartiere dell’Albergheria – Ballarò fornirà ai partecipanti gli strumenti per comprendere l’evoluzione della città, dal periodo delle stragi mafiose a quello odierno del riscatto sociale, dell’impegno comune, con una visione di città e di contrasto alle mafie che parte dal ruolo che ciascuno può avere.

Dal 5 all’11 luglio

Palermo tra ieri e oggi: un giardino fiorito di cui prendersi cura

– Luogo: Palermo
– A chi è rivolto: per gruppi organizzati
– Quota di partecipazione: 160,00 euro/persona
– Posti disponibili: 15
– Tipologia alloggio: tenda singola (da portare)
– Attività previste: i partecipanti al campo saranno coinvolti in attività di impegno manuale all’interno della base, nel pomeriggio si concentreranno i momenti di formazione, alcune visite dei luoghi significativi della memoria, di quelli più più densi di storia e cultura del centro storico, incontrando anche un familiare di vittima innocente di mafia. I partecipanti avranno la possibilità di conoscere, la Bottega di Libera, sede del coordinamento di Palermo, esempio di riuso sociale di beni confiscati.

Dal 12 al 18 luglio e dal 19 al 25 luglio
Dal 2 all’8 agosto e dal 9 al 15 agosto

Arancia Rossa

– Luogo: Belpasso (Ct)
– A chi è rivolto: dai 18 anni in su
– Quota di partecipazione: 160,00 euro/persona
– Posti disponibili: 8
– Tipologia alloggio: posto letto
– Attività previste: saranno previste due uscite ludiche (mercoledì e venerdì), una per l’intera giornata e la seconda solo la sera. I campisti vengono accompagnati in un luogo di mare e/o di montagna nonché alla conoscenza delle città più vicine, Lentini, Catania e/o Siracusa. Prevista, inoltre, anche l’attività di impegno prevalente, in affiancamento ai soci della cooperativa, della ripulitura degli spruzzini dell’impianto di irrigazione, la spollonatura degli ulivi, la cura dell’orto, attività di spietratura, ripulitura spazi in genere e rifacimento recinzioni. Consigliato portare scarponi antinfortunistica o da trekking, pantaloni lunghi, cappello, lenzuola o sacco a pelo, federa cuscino, tovagliolo di stoffa.

Dal 25 al 31 luglio

Per il bene di tutti

– Luogo: Catania
– A chi è rivolto: dai 18 anni in su
– Quota di partecipazione: 160,00 euro/persona
– Posti disponibili: 8
– Tipologia alloggio: posto letto
– Attività previste: obiettivo del campo è quello di rendere partecipi le persone, vivendo la realtà nel concreto. Un territorio, quello di Catania, dove la famiglia Ercolano-Santapaola ha espresso il suo potere criminale fin dagli anni ‘80 condizionando società ed economia. La confisca dell’azienda assume un valore particolare a partire dalla quale innescare un percorso di cambiamento, che sappia costruire opportunità di crescita e di lavoro in un’economia sana. Il campo sarà l’occasione per conoscere un contesto così particolare, e per entrare in connessione con le esperienze e le storie del territorio, le bellezze storiche e naturalistiche.

Dal 26 luglio all’1 agosto

Arriminati!

– Luogo: Castellammare del Golfo (Tp)
– A chi è rivolto: dai 18 anni in su
– Quota di partecipazione: 85,00 euro/persona
– Posti disponibili: 15
– Tipologia alloggio: non previsto
– Attività previste: i partecipanti si occuperanno al mattino della cura dei giardini dei beni confiscati, contribuendo alla manutenzione e all’abbellimento di aiuole, vialetti, con piantumazioni o altre attività. Tra le attività cui prendere parte anche quelle di animazione, da vivere insieme agli ospiti del centro diurno. I pomeriggi saranno invece dedicati alle attività di formazione: incontri, testimonianze, visite che consentiranno di conoscere il territorio e le sue storie, le associazioni e le reatà impegnate in questo particolare contesto, confrontandoci sui temi della lotta alle mafie, e ponendo al centro il tema dell’inclusione sociale.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x