Eventi in Sicilia, aperti i termini per i contributi - QdS

Eventi in Sicilia, aperti i termini per i contributi

Michele Giuliano

Eventi in Sicilia, aperti i termini per i contributi

venerdì 17 Giugno 2022 - 06:00

Torna il sistema dei “patrocini onerosi”: la Regione finanzia fino al 50% delle spese ammissibili per le manifestazioni. Possono fare istanza enti pubblici, fondazioni, enti teatrali, società sportive, associazioni e università

PALERMO – Con la fine dell’emergenza covid, è arrivato il momento di spingere l’acceleratore nell’organizzazione di eventi in Sicilia che richiami più turisti possibili. Per supportare chiunque voglia lavorare in tal senso, è stata emessa la circolare che spiega procedure e modalità per la richiesta del sostegno economico per la realizzazione di manifestazioni turistiche attraverso il sistema dei cosiddetti “patrocini onerosi”.

Un contributo del 50% delle spese ammissibili

L’assessorato regionale Turismo, sport e spettacolo interverrà finanziariamente con la concessione di un contributo nella misura massima del 50% delle spese ammissibili per il sostegno delle iniziative, non aventi scopo di lucro e ritenute idonee a veicolare l’immagine turistica della Sicilia attraverso adeguati mezzi pubblicitari: manifestazioni con progetti di spesa di importo minimo di 5 mila euro fino ad un massimo di 20 mila euro, con contributo massimo concedibile di 5 mila euro; manifestazioni di maggiore rilevanza turistica con progetti di spesa che vanno dai 20 mila ai 40 mila euro, con un contributo massimo concedibile di 10 mila euro.

Manifestazione che dovranno migliorare l’incoming e l’intrattenimento turistico

Queste manifestazioni dovranno, attraverso lo spettacolo, la cultura e lo sport, mirare a migliorare, nel territorio regionale, l’incoming e l’intrattenimento turistico. Ancora, potranno essere eventi di carattere storico, religioso, o di valorizzazione delle tradizioni popolari, capaci di richiamare turisti non solo di prossimità. Potranno presentare istanza gli enti locali, gli enti pubblici e le fondazioni, gli enti teatrali e lirici regionali; ancora, le organizzazioni Ong e Onlus, le società sportive dilettantistiche, le università pubbliche, le comunità religiose e comitati regolarmente costituiti, le associazioni e cooperative operanti nel settore del turismo, dello spettacolo, dello sport, della cultura e del tempo libero.

Ogni soggetto non potrà presentare più di 5 istanze per manifestazioni

Ogni soggetto non potrà presentare più di 5 istanze per manifestazioni da svolgere nel corso dello stesso anno solare, e non saranno concessi contributi per un numero superiore a 3 manifestazioni presentate dal medesimo ente. Saranno ritenute ammissibili le spese per la produzione, la realizzazione e diffusione di materiale informativo e promo-pubblicitario (depliant, cataloghi, manifesti, brochure, etc.) nel limite massimo del 10% della spesa complessiva; le spese per il solo noleggio delle attrezzature tecniche necessarie alla realizzazione dell’attività ivi incluse le spese per il personale addetto; le spese per prestazioni artistiche per cantanti, attori, ballerini, presentatori, testimonial del mondo dello spettacolo e della cultura, nel limite massimo del 50% della spesa complessiva. Sono esclusi premi in denaro, spese per carburante di automezzi privati, per cibi e bevande, nonché costi per utenze non specificatamente riferibili alla manifestazione.

I progetti accolti potranno subire, da parte dell’amministrazione regionale, controlli durante lo svolgimento delle manifestazioni al fine di verificare l’efficacia della spesa pubblica ed il rispetto del progetto presentato. Eventuali irregolarità riscontrate saranno segnalate alle autorità competenti e costituiranno causa di decadenza dal cofinanziamento concesso. Inoltre, gli uffici regionali si riservano il diritto di assumere ogni altro provvedimento sanzionatorio ritenuto più opportuno, fino all’esclusione del soggetto richiedente dalla concessione di qualsiasi contributo economico da parte dell’assessorato regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo per i successivi 5 anni. Le istanze dovranno essere presentate esclusivamente a mezzo Pec all’indirizzo dipartimento.turismo1@certmail.regione.sicilia.it e riportare espressamente la dicitura “Richiesta di patrocinio oneroso”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684