Farmacie di servizi, avviato in Sicilia l’iter di sperimentazione - QdS

Farmacie di servizi, avviato in Sicilia l’iter di sperimentazione

redazione

Farmacie di servizi, avviato in Sicilia l’iter di sperimentazione

mercoledì 18 Dicembre 2019 - 00:00
Farmacie di servizi, avviato in Sicilia  l’iter di sperimentazione

Progetto che punta all’erogazione di prestazioni sanitarie ulteriori rispetto a quelle tradizionali. L'assessore Razza: “Tassello nel processo rigenerazione della sanità territoriale”

CATANIA – Va avanti il percorso di attivazione della sperimentazione delle farmacie dei servizi che vede la Sicilia fra le nove regioni pilota.

Dopo la trasmissione del crono-programma al ministero della Salute, inviato la scorsa settimana, l’assessore Ruggero Razza ha incontrato, nella sede di Federfarma Sicilia a Catania, i nove delegati provinciali delle farmacie rurali per definire l’avvio del progetto che punta all’erogazione di prestazioni sanitarie ulteriori rispetto a quelle tradizionali.

L’obiettivo, è emerso, è di “cominciare dalle aree disagiate del territorio siciliano per fornire quanto prima una maggiore assistenza alla popolazione, rendendo più semplice l’accesso a determinate prestazioni e migliorando così la sostenibilità del Sistema sanitario regionale e nello specifico della sanità del territorio”.

Saranno circa 300 le farmacie siciliane ad essere coinvolte, su base volontaria, nella sperimentazione ed a breve sarà avviato il percorso formativo dei farmacisti.

“Crediamo molto in questo progetto – ha detto l’assessore Razza – che può rappresentare un tassello del processo di rigenerazione della sanità territoriale. Ho trovato grande entusiasmo fra i delegati di Federfarma e ciò è un ottimo propellente per la riuscita della sperimentazione che vede la Sicilia prima fra le Regioni italiane coinvolte a far scattare la fase operativa”.

Nelle farmacie dei servizi sarà possibile effettuare la ricognizione terapeutica, l’aderenza terapeutica per le patologie croniche (Bpco, ipertensione, diabete), l’attivazione del Fascicolo sanitario elettronico, ma anche i servizi di telemedicina (holter pressorio, Ecg, spirometria) e lo screening per la prevenzione dei tumori al colon retto.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684