Federalberghi Isole Minori denuncia aumenti del 500%

Dopo il caso Caronte&Tourist, Federalberghi Isole Minori tuona: “Aumenti del 500%”

Filippo Calascibetta

Dopo il caso Caronte&Tourist, Federalberghi Isole Minori tuona: “Aumenti del 500%”

Redazione  |
mercoledì 26 Luglio 2023

Federalberghi Isole Minori della Sicilia denuncia l’insostenibilità degli aumenti tariffari a danno dei trasportatori

Federalberghi Isole Minori della Sicilia denuncia l’insostenibilità degli aumenti tariffari a danno dei trasportatori che a mezzo navi approvvigionano le piccole isole siciliane; le ricadute negative sull’intero tessuto produttivo insulare iniziano ad avvertirsi pesantemente.

“Nonostante le rassicurazioni di Caronte e Tourist – a distanza di due settimane dall’annunciata rescissione dei contratti integrativi regionali – alcune delle nostre preoccupazioni sono già diventate realtà: come era del tutto logico immaginare, le tariffe dei mezzi commerciali sono lievitate e in alcuni casi come in quello dei mezzi che trasportano carburanti, infiammabili ecc. si registrano aumenti che arrivano addirittura a superare il 500%. Si tratta di un ulteriore e inaccettabile aumento tariffario a danno delle piccole isole siciliane, denuncia Christian Del Bono (presidente di Federalberghi Isole di Sicilia), a seguito delle note inviate dai Sindaci e delle proteste dei trasportatori”, si legge nella nota.

“Avevamo apprezzato il tempestivo intervento della Regione Siciliana, che il 19 luglio aveva annunciato uno stanziamento di 800.000 con l’intento di sterilizzare gli aumenti sul trasporto degli infiammabili nelle isole Eolie, nelle Egadi e a Ustica ma, entrando nel merito del provvedimento, ci si rende conto come questo sia del tutto insufficiente oltre che di improbabile applicazione: nessun trasportatore è nelle condizioni di anticipare giornalmente ingenti somme di danaro per poi attendere di essere rimborsato dalla Regione”.

“I Sindaci e le Associazioni di categoria interessate attendono ancora di essere convocati dal Presidente Schifani e dall’Assessore Aricò ma, soprattutto, soluzioni definitive rispetto a quella che continua ad essere una situazione di assoluta emergenza e precarietà che vede ancora una volta calpestati i diritti – ormai sanciti anche costituzionalmente – delle comunità micro-insulari”.

Foto d’archivio

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001
Change privacy settings
Quotidiano di Sicilia usufruisce dei contributi di cui al D.lgs n. 70/2017