Finanziaria Sicilia: l'Ars approva la manovra - QdS

Finanziaria Sicilia: l’Ars approva la manovra

web-mp

Finanziaria Sicilia: l’Ars approva la manovra

web-mp |
sabato 14 Maggio 2022 - 08:15

L'Ars ha approvato la legge di stabilità con 20 voti a favore e 10 contrari ma con la presenza determinante dei deputati dell'opposizione. Varato anche il bilancio con 30 voti a favore e 19 contrari

Dal finanziamento alle riserve naturali agli incentivi per le auto elettriche, dal software antinquinamento allo sblocco per 3 milioni di euro per le edicole danneggiate dal Covid. E ancora l’ok al catasto dei suoli percorsi dagli incendi e il bonus per le bollette elettriche per i disabili gravissimi. C’è questo e tanto altro all’interno del maxiemendamento alla Finanziaria che ha avuto il via libera ieri sera dall’Assemblea regionale siciliana, dopo giorni di stallo.

L’Ars ha approvato, al termine di una seduta fiume, la legge di stabilità

E’ arrivata, quasi allo scoccare della mezzanotte, la “fumata bianca” a Palazzo dei Normanni.

La giunta si è riunita nella stanza del governo per la variazione del bilancio, poi il voto finale alla manovra con 20 voti a favore e 10 contrari. Fondamentale la presenza dell’opposizione in aula per garantire il numero legale. Varato anche il bilancio con 30 voti a favore e 19 contrari.

L’assessore all’Economia, Gaetano Armao, ha assicurato il Parlamento rispetto alle trattative col governo per ottenere i fondi necessari a sbloccare la spesa congelata. Una manovra che vale 20 miliardi nel 2022 e 57 miliardi nel triennio, che cambia destinazione in base alle regole della legge di stabilità per 831 milioni di euro.

Le norme approvate nella Manovra

Via libera a maxi emendamento delle opposizioni

Si comincia dai diversi interventi previsti in materia ambientale: stanziati ulteriori 500.000 euro in favore degli enti che gestiscono le riserve naturali in Sicilia, per evitarne la paralisi e i licenziamenti del personale. Destinati 100mila euro per far realizzare ad Arpa Sicilia il software che permetterà di analizzare ed elaborare i dati della rete di monitoraggio delle zone industriali.

Rifinanziati, per il secondo anno, con 200.000 euro, gli incentivi per i cittadini che acquistano un’auto elettrica, mentre un apposito emendamento permetterà di accelerare l’aggiornamento del catasto dei terreni percorsi dal fuoco (soprassuoli), facendo intervenire i commissari della Regione nei Comuni inadempienti.

A proposito di pubblica amministrazione, sarà obbligatorio pubblicare integralmente tutte le delibere di giunta, di consiglio e le determine dirigenziali, che devono restare pubblicate per 5 anni.

FdI: “Fondi per decentramento in comuni capoluogo città metropolitane”

Con il comma 15 all’articolo 13 della finanziaria, sulle riserve destinate ai Comuni, si prevede una quota pari al 2% a valere sulle assegnazioni a favore dei Comuni capoluogo delle città metropolitane per avviare concretamente il processo di decentramento in capo alle circoscrizioni comunali. 

Emendamenti in tema di imprese, commercio e turismo

Sbloccato l’accesso a 3 milioni di euro per le edicole siciliane, istituiti i Distretti del commercio, ovvero la precisa regolamentazione e promozione da parte della Regione degli esercizi commerciali di vicinato, mentre è passata anche la proposta di istituire con 200mila euro una sede dell’Enoteca regionale anche a Vittoria, così da coprire il territorio del sud-est dell’isola, storicamente ad alta vocazione vinicola, e la proposta che prevede di incentivare la tutela degli ex sportellisti nelle agenzie per il lavoro.

Altro emendamento da 500mila euro in favore dei centri di assistenza alle cooperative (istituiti con legge regionale 4/2003) e ulteriori 300mila per le società sportive che partecipano ai campionati di serie A e B e 50mila euro per le trasferte degli artisti da e per gli aeroporti siciliani in occasione di manifestazioni ed eventi musicali di grande richiamo turistico, organizzati nelle zone interne del territorio della Regione.

Nella Finanziaria approvata ci sono misure anche per i lavoratori Blutec. La dotazione finanziaria di questa norma è di circa 30 milioni di euro la cui copertura sarà garantita dai programmi europei.

La finanziaria regionale prevede anche 10 milioni di euro di contributi alle imprese siciliane del settore della pesca per il caro gasolio. Il sostegno arriva con un emendamento di Attiva Sicilia e vede come beneficiari le imprese di pesca iscritte nei compartimenti marittimi della Regione.

Arrivano aiuti per 248.000 euro per il 2022 agli apicoltori siciliani danneggiati nel periodo di crisi economica conseguente all’emergenza Covid19 e per garantire la sopravvivenza della popolazione regionale di api minacciata dalle avverse condizioni climatiche nel periodo primaverile ed estivo dell’anno scorso, che hanno determinato una scarsa produzione di miele non bastevole per il loro nutrimento.

Tra le norme approvate, infine, ci sono sostegni per 500 mila euro ai Carnevali storici. In particolare, viene riconosciuta l’identità storica e culturale dei progetti di Acireale, Avola, Castellana Sicula, Misterbianco, Palazzolo Acreide e Sciacca.

Fondi a riserve naturali a incentivi per auto elettriche, pioggia di sì a norme M5s

Cammini di Sicilia, Turismo e Pesca

Infine, sarà istituita una Commissione tecnica regionale, che avrà il compito di supportare l’amministrazione e i Comuni nell’individuare, redigere e realizzare azioni in materia di cammini e di turismo sostenibile. Si estende, poi, anche agli operatori della pesca artigianale e alle imprese autonome appartenenti alla piccola pesca, la possibilità di accedere al fondo di solidarietà regionale della pesca destinato alla concessione di contributi per chi è stato colpito da calamità.

Ok agli emendamenti dedicati alle persone con disabilità e ai minori

Mezzo milione di euro per la creazione di spiagge per diversamente abili nel Messinese e l’attivazione di Strutture abitative riabilitative, ovvero strutture residenziali terapeutico-riabilitative pubbliche di piccole dimensioni dove i degenti svolgono attività di riabilitazione psichiatrica e psicosociale di assistenza territoriale.

I certificati medici per gli atleti con disabilità siano rilasciati gratuitamente dalle Asp (stanziamento di 100mila euro), mentre è stato approvato un contributo di mille euro per ogni disabile gravissimo siciliano che usa apparecchiature elettromedicali. Passati poi emendamenti che prevedono: uno stanziamento di 100mila euro per gli atleti disabili, finalizzato a sostenere le spese di trasporto; l’istituzione di un ‘Tavolo tecnico per la tutela dei diritti dei minori’ per combattere efficacemente il disagio giovanile e la dispersione scolastica.

Assistenza ai malati

Sempre in ambito di assistenza, un contributo concreto ai malati oncologici e di alopecia viene dall’emendamento con cui la Regione erogherà ai malati oncologici (che per via delle cure perdono i capelli) e di alopecia: 300 euro per l’acquisto di protesi tricologiche (parrucche), per uno stanziamento complessivo di 500mila euro.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684