Stabile presidente Unione dei Comuni Elimo Ericini - QdS

Stabile presidente Unione dei Comuni Elimo Ericini

Pietro Vultaggio

Stabile presidente Unione dei Comuni Elimo Ericini

martedì 06 Ottobre 2020 - 00:00
Stabile presidente Unione dei Comuni Elimo Ericini

Comprende i Comuni di Erice, Paceco, Valderice, San Vito Lo Capo, Custonaci e B. Palizzolo. “Bisogna iniziare dalla promozione del territorio e dal potenziamento dei servizi”

TRAPANI – Francesco Stabile, attuale sindaco di Valderice, è stato nominato presidente dell’Unione dei Comuni Elimo Ericini.

Lo ha stabilito all’unanimità, la giunta dell’Unione composta dai sindaci di Erice, Paceco, San Vito Lo Capo, Custonaci e Buseto Palizzolo, oltre che Valderice. Resterà in carica, come previsto dallo Statuto, per un intero anno.
“Sono onorato di ricoprire questo ruolo istituzionale e ringrazio i colleghi Sindaci per la fiducia accordatami”, queste le prime parole del neo presidente Francesco Stabile.

Entrando nel vivo dei dettagli, l’Unione di comuni è un ente italiano disciplinato dal decreto legislativo 18 agosto 2000. L’ente è costituito da due o più comuni per l’esercizio congiunto di funzioni o servizi di competenza comunale. L’Unione è dotata di autonomia statutaria nell’ambito dei principi fissati dalla Costituzione e dalle norme comunitarie, statali e regionali. “Cercherò di svolgere nel migliore dei modi questo compito – commenta Stabile -, nel massimo rispetto delle opinioni politiche e della rappresentanza dei territori, che hanno storia, cultura e tradizioni comuni”.

Sugli obiettivi ed i punti da trattare, Stabile è molto chiaro e diretto: “Sono convinto che i temi di confronto e la condivisione di strategie debba coinvolgere aspetti centrali della vita amministrativa dei nostri Comuni, ad iniziare dalla promozione del territorio agro-ericino, continuando per la semplificazione burocratica e dirigendosi verso il potenziamento dei servizi. Il mio impegno sarà massimo – conclude -, affinché la rete tra Enti Pubblici possa migliorare la competitività e l’attrattività dei nostri meravigliosi territori”.

Un’Unione che permette di prefissare tanti obiettivi, come il progetto “Trapani Capitale della Cultura”, al fine di dare risalto ad una provincia per risollevare l’economia dei cittadini che vi abitano.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684