Gela, i rifiuti spaccano la Giunta, lascia l’assessore Malluzzo - QdS

Gela, i rifiuti spaccano la Giunta, lascia l’assessore Malluzzo

Liliana Blanco

Gela, i rifiuti spaccano la Giunta, lascia l’assessore Malluzzo

venerdì 24 Giugno 2022 - 08:51

Il mandato rimesso nelle mani del sindaco Greco è stato accettato. Il primo cittadino: “Le dimissioni si sono rese necessarie. Non potrei accettare la linea del segretario del suo partito”

GELA (CL) – “La città è sporca ma non si deve dire”. Una frase di per sé già forte, amplificata dal fatto che a dirlo è stato uno dei gruppo politici di riferimento dell’assessore all’Igiene.

Tutto è nato da una esternazione del segretario provinciale di Italia viva Giuseppe Ventura, che ha avuto l’ardire di dire quello che in molti cittadini hanno già espresso in più occasioni.

Ventura ha proposto di ricorrere ai servizi aggiuntivi come faceva ai tempi del suo assessorato, ma questa uscita al sindaco non è piaciuta. Greco ha voluto rafforzare il settore Ambiente, con l’obiettivo di avere risultati diversi rispetto al passato, ma alla fine la situazione non è poi cambiata più di tanto.

“Il tema dei rifiuti è delicato – ha detto Ventura – e vogliamo capire se il sindaco è d’accordo con le nostre proposte. Servono azioni concrete nei prossimi giorni, altrimenti saremo ben lieti di lasciare il nostro posto ad altri”.

Parole cui hanno fatto seguito quelle del segretario gelese di Iv, Rochelio Pizzardi: “Le nostre dichiarazioni che riguardano il settore Ambiente e la pulizia della città non sono piaciute al sindaco. Deduco che abbia deciso di trasferirsi sulla Luna, poiché solo così si spiega il fatto che, allorquando si degna di scendere per dare un’occhiata al territorio, rimane puntualmente ‘sorpreso’ riguardo a fatti e situazioni che sono sotto gli occhi di tutti e che lui ben conosce da almeno otto mesi. Continua a commettere lo stesso errore che lo ha portato a gestire due o tre crisi: pensare che il suo rapporto con gli assessori sia esclusivamente personale piuttosto che collegato alle forze politiche”.

E così sono arrivate le dimissioni dell’assessore di Italia viva, Christian Malluzzo, che dopo due giorni di riflessione sono state accettate. Un fatto che ha aperto una nuova crisi e che desta preoccupazione se si pensa che Malluzzo deteneva anche la delega allo Sport e Spettacolo e con l’estate già nel clou questo rappresenta un altro problema.

“Ringrazio Cristian Malluzzo per il lavoro svolto – ha detto il sindaco – ma le sue dimissioni si sono rese necessarie perché non potrei accettare la linea del segretario del suo partito. Ventura vorrebbe riportare la città indietro di anni, a quando a furia di costi aggiuntivi e di una gestione discutibile del personale, si sono gettate le basi del disastro che stiamo vivendo e a cui si sta cercando di porre rimedi”.

“Raggirare la cittadinanza – ha aggiunto ancora – con dichiarazioni prive di fondamento giuridico la dice lunga sul modo in cui è stato gestito questo servizio. Il segretario di Italia Viva era assessore nel periodo in cui la Tekra iniziò a svolgere il servizio a Gela e inaugurò la pratica dei costi dei servizi aggiuntivi, con tutte le conseguenze che pesano sulla città. Dovrebbe evitare di salire in cattedra e di impartire lezioni a tecnici e professionisti del settore, la cui competenza e serietà offrono maggiore garanzia”.

“Gli errori del passato – ha concluso Greco – dovrebbero semmai consigliargli di assumere comportamenti più sobri”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684