Gela, una rivoluzione sul fronte urbanistico - QdS

Gela, una rivoluzione sul fronte urbanistico

redazione

Gela, una rivoluzione sul fronte urbanistico

venerdì 25 Settembre 2020 - 00:00
Gela, una rivoluzione sul fronte urbanistico

Dopo l’adeguamento di Pum e Pums, Amministrazione Greco al lavoro anche su Put e Pum. Trasporti, parcheggi e vivibilità in primo piano. Ecco come prende forma la città del futuro

GELA (CL) – Dotarsi di tutti gli strumenti urbanistici utili a puntare su un’ottimale integrazione territoriale, poter richiedere fondi e poter progettare nuove aree propedeutiche allo sviluppo della città quali zone mercatali e altre, finalizzate a incentivare e migliorare la viabilità sostenibile. Con questo obiettivo l’assessore all’Urbanistica, Giuseppe Licata, ha siglato il documento che definisce gli obiettivi e le priorità per le successive fasi di redazione del Put (Piano urbano dei trasporti) e del Pup (Piano urbano dei parcheggi). I due nuovi strumenti arrivano dopo l’adeguamento del Pum (Piano urbano della mobilità) e del Pums (Piano urbano di mobilità sostenibile) al Piano regolatore generale curato dalla Lem Reply Srl, con sede a Torino, che adesso si occuperà anche dei nuovi piani.

Per quanto riguarda il Put il cronoprogramma prevede che tra ottobre e novembre si proceda con l’individuazione delle opere da realizzare e della valutazione degli effetti, in modo che a dicembre si possa arrivare alla conclusone della formazione del piano. Obiettivi del Put, che è un piano di breve periodo a differenza del Pum (decennale), sono il miglioramento delle condizioni della circolazione stradale nell’area urbana e la sicurezza di pedoni, mezzi pubblici e privati.

Per quanto concerne, invece, il Pup, tra ottobre e dicembre si procederà all’individuazione delle opere da realizzare e al recepimento degli indirizzi derivanti dal Put per arrivare alla redazione del piano nel gennaio 2021. Scopo del Pup è l’organizzazione delle aree adibite a parcheggio e della sosta su strada, con particolare attenzione alla classificazione delle aree di parcheggio (stanziali, di relazione, di scambio).

“L’Amministrazione comunale – hanno sottolineato dall’Ente – in questo modo, otterrà molteplici obiettivi strategici: privilegiare e proteggere il trasporto sostenibile (mobilità ciclabile, pedonale e con veicoli ad alimentazione elettrica); incrementare la sicurezza stradale, con particolare riferimento alle aree nei pressi di scuole e strutture socio-sanitarie, anche attraverso l’istituzione di speciali Zone a traffico limitato e le isole ambientali/Zone 30 previste nel Pums; identificare, anche tramite delimitazione con segnaletica orizzontale, le aree adibite a sosta e parcheggio dei veicoli; regolamentare i sensi di marcia nel centro storico e nelle aree di maggiore afflusso, come già previsto dal Pums; individuare le aree di parcheggio di interscambio e le priorità d’intervento sulla rete viaria esistente; definire, in esecuzione alle previsioni del Pums, la regolamentazione della sosta anche in termini di nuovo piano tariffario e di delimitazione delle aree soggette a sosta tariffata e individuare, infine, eventuali aree urbane che necessitino di un incremento di servizio di trasporto pubblico”.

“Dopo l’approvazione del Pum e del Pums – hanno affermato il sindaco Lucio Greco e l’assessore Giuseppe Licata – stiamo programmando Put e Pup, strumenti grazie a cui potremo migliorare la qualità della vita e l’immagine della città, progettare e sperimentare. Contiamo di entrare in possesso, nei prossimi mesi, di due piani efficienti, perfettamente consoni al territorio e realmente conformi alle esigenze della nostra città. Proprio per questo abbiamo voluto che i progettisti si confrontassero con i componenti delle commissioni Sviluppo economico e Urbanistica”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684