Guardia di Finanza, concorso per 930 allievi marescialli - QdS

Guardia di Finanza, concorso per 930 allievi marescialli

Elettra Vitale

Guardia di Finanza, concorso per 930 allievi marescialli

martedì 24 Marzo 2020 - 00:00
Guardia di Finanza, concorso per 930 allievi marescialli

Nella Gazzetta Ufficiale - IV Serie Speciale n. 18 del 3 marzo ‘20 - pubblicato il bando per titoli ed esami. Procedura telematica per la presentazione della domanda: termine ultimo le ore 12.00 del 03 aprile

ROMA – Sono 930 i posti messi a concorso dalla Guardia di finanza per gli allievi marescialli che verranno ammessi al 92° corso presso la scuola di Ispettori e Sovraintendenti così come descritto nel bando ufficiale, pubblicato nella IV Serie speciale n. 18, della Gazzetta dello scorso 3 marzo 2020. La scadenza ultima per presentare richiesta di partecipazione è stata fissata per le ore 12.00 del prossimo 3 Aprile.

Posti disponibili
I posti messi a concorso verranno così suddivisi:
– 860 destinati al contingente ordinario di cui 15 sono riservati ai vincitori in possesso di attestato di bilinguismo e 8 al coniuge o ai figli superstiti del personale delle Forze armate deceduto in servizio;
– 70 per il contingente di mare e più nello specifico: 15 per la specializzazione di “nocchiere abilitato al comando”, 20 per la figura di “nocchiere”, 30 per il ruolo di “tecnico di macchine” e, infine, 5 come “tecnico dei sistemi di comunicazione e scoperta”.
Gli aspiranti candidati potranno presentare domanda selezionando soltanto uno dei predetti contingenti e specializzazioni.

Requisiti
Per poter essere ammessi alla selezione sarà necessario essere in possesso del diploma di istruzione di secondo grado e potranno accedere non soltanto i militari ma anche i cittadini italiani. A tal proposito il bando specifica i diversi requisiti richiesti, a seconda della categoria di riferimento.

Nel caso degli allievi finanzieri è necessario che, al momento di presentazione della domanda:
– abbiano completato almeno 18 mesi di servizio;
– non abbiano superato i 35 anni di età;
– non siano stati dichiarati non idonei per il conseguimento del grado superiore;
– non siano stati sottoposti ad alcun tipo di procedimento disciplinare o non abbiano ottenuto un demerito per il servizio prestato;
– non siano già stati rinviati dal concorso allievi marescialli o concorsi equipollenti della Guardia di finanza.

Verranno ammessi alla procedura anche i cittadini italiani che:
– abbiano un’età compresa tra i 17 e i 26 anni (nel caso dei minorenni è necessario il consenso dei genitori per contrarre l’arruolamento volontario);
– godano dei diritti civili e politici;
– non siano stati dispensati da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e di polizia per motivi di carattere disciplinare o per comprovata inattitudine alla vita militare;
– non siano già stati rinviati dal concorso allievi marescialli o concorsi equipollenti della Guardia di finanza.

Prove
Gli aspiranti allievi marescialli dovranno affrontare un iter di selezione, articolato nelle seguenti fasi:
– Una prova preliminare che consisterà in una serie test logico-matematici e in domande dirette ad accertare le abilità linguistiche, orto -grammaticali e sintattiche della lingua italiana;
– Una prova scritta che riguarderà lo svolgimento di una prova di composizione italiana unica per tutti i candidati, della durata di sei ore;
– Test di efficienza fisica e, nello specifico salto in alto, corsa piana 1000 m e piegamenti sulle braccia e prova di nuoto 25 m stile libero;
– accertamento dell’idoneità attitudinale, tramite test attitudinali, di personalità e questionari biografici e motivazionali;
– accertamento dell’idoneità psico-fisica, ovvero visite mediche specialistiche;
– Esame orale, ovvero un colloquio individuale che verterà sulle seguenti discipline: storia ed educazione civica, geografia e matematica.
Inoltre, per i candidati che ne abbia fatto richiesta, è possibile partecipare alle prove facoltative volte alla valutazione delle conoscenze in ambito informatico e di una lingua straniera a scelta.
La sede, il calendario e le modalità di svolgimento della prova preliminare verranno comunicati a partire dal prossimo 17 aprile.

Come partecipare

I concorrenti, a cui è richiesto il possesso di un account di Posta elettronica certificata (Pec), dovranno presentare istanza di partecipazione al concorso entro e non oltre le ore 12.00 del 03 aprile. La richiesta dovrà essere compilata esclusivamente attraverso la procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo https://concorsi.gdf.gov.it.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684