Sigonella e la crisi Ucraina, Lentini ha paura - QdS

Sigonella e la crisi Ucraina, Lentini ha paura

web-mp

Sigonella e la crisi Ucraina, Lentini ha paura

web-mp |
giovedì 24 Febbraio 2022 - 21:07

La preoccupazione di Rosario Lo Faro, sindaco di Lentini, piccolo centro del siracusano, su cui ricade il territorio dell'aeroporto militare dell'Aeronautica Militare Italiana di Sigonella

Guerra in Ucraina. Crescono i timori in Sicilia per tutte le tecnologie militari strategiche presenti sul territorio e per l’impennata dei prezzi su benzina, gas, grano e non solo.

Nonostante l’Ucraina non sia poi così vicina al confine italiano, è vicina sicuramente alla Sicilia per aspetti diversi. Intanto perché a Sigonella c’è la base americana, dalla quale sono già partiti i primi droni e aerei militari e che rappresenta una base operativa collocata in posizione strategica. Lì si trovano i “Global Hawks”, droni capaci di stare in volo anche oltre 24 ore, strumenti fondamentali per sorvegliare i movimenti delle truppe militari russe.

La preoccupazione del sindaco di Lentini, Rosario Lo Faro

“Siamo molto preoccupati per la situazione in Ucraina. Spero non si arrivi mai all’uso di Sigonella come base militare attiva”. Lo ha dichiarato il neo sindaco di Lentini, Rosario Lo Faro. Questo perché nel piccolo centro in provincia di Siracusa ricade il territorio dell’aeroporto militare dell’Aeronautica Militare Italiana di Sigonella.

L’aeroporto di Sigonella è sede del 41º Stormo AntiSom, l’11º Reparto manutenzione velivoli ed il 61º Gruppo Volo.

“In passato – dice il sindaco Lo Faro all’Adnkronos – abbiamo già vissuto momenti del genere. Situazioni che hanno coinvolto anche il nostro territorio. Certo, non siamo indifferenti per come si stanno evolvendo le cose nella guerra in Donbass”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684