I nemici “ra cuntentizza” - QdS

I nemici “ra cuntentizza”

web-mp

I nemici “ra cuntentizza”

Giovanni Pizzo  |
sabato 09 Luglio 2022 - 09:47

Il siciliano ha spesso in odio la soddisfazione. Nella lotta eterna di bilanciamento tra Poros e Penìa, propende sempre per la seconda. C’è una enorme controsoddisfazione a vedere diminuita la contentezza altrui. Come Jepp Gambardella, della Grande Bellezza, che amava rovinare le feste.

È il caso di un non troppo affollato, pare siano un paio di persone o poco più, comitato per Ortigia Sostenibile, che sta facendo ferro e fuoco contro l’evento di moda organizzato a Piazza Duomo da Dolce&Gabbana. Un evento internazionale con 700 ospiti stranieri, con diversi shooting fotografici e video che promaneranno la bellezza senza pari di Siracusa e della Sicilia in tutto il mondo. La capacità di promozione di Domenico Dolce, uno di quelli che fa più bene alla sua isola di schiere di assessori e di spot senza la necessaria arte e poesia, è da ammirare. Non solo investe milioni nel promuovere questa terra, in cui lui magnifica estro e bellezza, ma si prende pure la “raggia”, la famosa malattia endemica che fa più morti civili del Covid 19 a queste latitudini.

Il comitato per la difesa etico-democratico della Sostenibilità, mi ricorda l’insostenibile leggerezza dell’essere di Kundera. Dove guardava questo comitato quando la procura di Siracusa emetteva ordinanze a raffica contro lo scempio ambientale di Priolo? Che oggi porta, insieme agli eventi internazionali, alla crisi di quel territorio? Si vuole sostituire industrializzazione novecentesca con il turismo, e poi però vorremmo che i turisti ci scegliessero malgrado noi.

Il comitato sta scrivendo lettere di fuoco, come se ci fosse stata una congiura delle istituzioni preposte al controllo, a Questori e Sovrintendenti, a Vigili del fuoco e a Vigilanti dell’ordine mondiale. Indagate, negate, create ostacoli, togliete voglia a chi vuole investire e spingere fuori dal tunnel questa terra. Perché noi vogliamo essere dalla parte di Penìa, poveri ed insoddisfatti, a guardare il nostro orticello che appassisce.

Faccio un accorato invito all’amministrazione comunale di Siracusa ed al suo colto ed educato Sindaco, Francesco Italia. Non ti curar di loro, gli scontenti per partito preso, e passa subito ad organizzare altre bellissime manifestazioni di affetto ed orgoglio per una città che sta rifiorendo. Magari tutta l’isola fosse come Siracusa. Ricordati che da Poros e Penìa nacque Eros, l’amore, che è invece quello che dovremmo cercare di provare per la nostra terra sostituendo l’invidia.

Ai tempi degli Elleni Siracusa era New York, ed Ortigia la sua Manhattan. Oggi, come a New York, il mondo è da noi, e Jennifer Lopez gli fa da madrina. Per l’insostenibile scontentezza ci saranno altre occasioni per sfogare la propria frustrazione.

Così è se vi pare.

Giovanni Pizzo

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001