Il balcone e la veranda - QdS

Il balcone e la veranda

Sebastiano Attardi

Il balcone e la veranda

martedì 09 Novembre 2021 - 03:40

Chi realizza una veranda in balcone è convinto che tutto sia regolare

Un tempo i balconi all’interno di un edificio venivano utilizzati soprattutto per stendere la biancheria ma anche per coltivare i fiori dentro i vasi. Ora è invece invalso l’uso di utilizzare detto spazio come area edificabile, collocando su di esso una veranda che, a volte, è in muratura mentre altre volte è in materiale metallico.

Chi realizza la veranda è convinto che tutto ciò sia regolare oltre che possibile dal punto di vista amministrativo ed anche penale, mentre non lo è.

Infatti, la realizzazione di una veranda sul balcone – comportando nuovi volumi di spazi coperti nonché la modifica estetica e la sagoma dell’edificio – necessità amministrativamente del “permesso di costruire”, che va richiesto al Comune prima d’iniziare i lavori.

Ne consegue, che la realizzazione di una veranda sul balcone, avvenuta senza l’idoneo titolo autorizzativo del Comune – previo il pagamento dell’imposta sui metri quadrati dell’area occupata – è da considerare abusiva per cui, come tale andrebbe demolita. In alternativa, però, è possibile sanare l’illecito ai sensi degli artt. 36 e 37 del dpr n.380/2001.

Infatti, in presenza d’interventi realizzati abusivamente, il responsabile dell’abuso o l’attuale proprietario dell’immobile, possono ottenere il titolo abilitativo a “costruire in sanatoria”, quando il detto intervento risulta conforme alla disciplina urbanistica ed all’edilizia vigente nel momento in cui l’opera è stata realizzata, ma anche al momento della presentazione dell’istanza.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684