Il Castelbuono Jazz Festival si sposta sul web - QdS

Il Castelbuono Jazz Festival si sposta sul web

web-dr

Il Castelbuono Jazz Festival si sposta sul web

web-dr |
lunedì 21 Dicembre 2020 - 16:16

Il progetto era quello di spostare al mese di dicembre l’abituale palcoscenico internazionale dedicato al jazz. Ma l’emergenza ha deciso altrimenti e anche il festival più longevo del Sud Italia ha dovuto rinunciare ai live

Paolo Fresu che interpreta le canzoni di Natale dal Castello di Castelbuono, Danilo Rea che si unisce ai musicisti siciliani, Buzzurro e Milici a chitarra e armonica. Concerti da non perdere, anche se volano sul web e sui social. Sarà una formula diversa ma permette di salvare un anno del Castelbuono Jazz Festival.

Dopo la mini rassegna di questa estate tra Campofelice di Roccella, Cefalù e Castelbuono, il progetto era quello di spostare al mese di dicembre l’abituale palcoscenico internazionale dedicato al jazz. Ma l’emergenza ha deciso altrimenti e anche il festival più longevo del Sud Italia ha dovuto rinunciare ai live.

Il Castelbuono Jazz Festival, si fa, e con gli ospiti internazionali previsti – da Paolo Fresu a Danilo Rea, ai siciliani Francesco Buzzurro, Giuseppe Milici e Giacomo Tantillo, solo per citarne alcuni – , ma con questa formula diversa. Diretto come sempre da Angelo Butera, e promosso dagli assessorati al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Siciliana, dall’Assemblea Regionale Siciliana, dai Comuni di Castelbuono e di Campofelice di Roccella, si srotola su cinque serate – tra martedì 22 e 29 dicembre, sempre alle 18,30 – sulle pagine Facebook del Festival, del Museo Civico e del Comune di Castelbuono, e sul Canale Europa, grande piattaforma via Internet, con eventi on demand e live, che conta oltre 54 canali tra cui America Oggi (canale 12), la testata italiana di New York. “Abbiamo voluto con forza questa edizione, speravamo nei concerti dal vivo ma abbiamo dovuto rinunciare – spiega Angelo Butera – Ma nomi straordinari hanno accettato di suonare nel Castello e sarà un’emozione enorme ascoltarli, anche se in streaming. Le note faranno rinascere il nostro Paese: affidate ai nostri musicisti, i migliori del mondo, ma anche a tutti gli artisti del Sud”.

Si
inizia domani (MARTEDÌ 22 DICEMBRE) alle 18,30 con il primo concerto,
che riannoderà il filo con la rassegna estiva: “Io ho un sogno”,
progetto di Angelo Butera, diretto dal pianista Antonio Zarcone. Sul palco del
Castello dei Ventimiglia, il Giuliana Di Liberto 4et, quartetto
capitanato dalla vocalist e completato da Giuseppe Sinforini (batteria),
Manfredi Tumminello (chitarra) e Pietro Zarcone (basso). Un viaggio tra grandi
classici natalizi e brani famosi (da “Over the rainbow” ad “Imagine” a “Smile”
e “What a wonderful world”), inframmezzati da letture di Marco Feo: dal
monologo di Martin Luther King, a pezzi di Nelson Mandela e Papa Francesco.

MERCOLEDÌ 23 DICEMBRE, ore 18,30. E’ il grande giorno di
Paolo Fresu con il suo Jazzy Christmas, un progetto nato per mettere insieme, in musica,
sensazioni e ricordi indimenticabili, in maniera più intimista. Presentato
finora solo all’auditorium Parco della Musica di Roma, è stato interamente
registrato nei giorni scorsi nel castello di Castelbuono. A Paolo Fresu e
al suono inconfondibile della sua tromba, si uniranno il bandoneón
di Daniele di Bonaventura e la straordinaria bellezza del suono
angelico del violoncello di Leila Shirvani, collaboratrice storica
di Giovanni Sollima e Enrico Melozzi. Sarà un viaggio nelle canzoni di Natale
riarrangiate in chiave jazz per duo e per trio, ma ci sarà spazio anche per cartoline
dei militari che andavano in guerra, e brani del repertorio popolare
sardo recuperati dal parroco di Berchidda, il paese di Fresu.

DOMENICA 27 DICEMBRE, ore 18,30. Un salto oltre Natale per
ritrovare un trio che ha già fatto parlare di sé questa estate: Francesco
Buzzurro
alla chitarra, Nicola Giammarinaro al clarinetto e
Giuseppe Milici
all’armonica. Tre figure eclettiche ed indipendenti, ma
accomunate dall’amore per il jazz e per la Sicilia. Ognuno con la sua unicità,
i tre musicisti riescono a dar vita ad un’armonia equilibrata ed originale,
tutta da scoprire.

LUNEDÌ 28 DICEMBRE, ore 18,30. Danilo Rea non ha bisogno di
presentazioni, ma questa volta il grande pianista vicentino si unirà ad un
ensemble siciliano formato dal trombettista Giacomo Tantillo, dal
sassofonista Claudio Giambruno e dalla vocalist Giuliana Di Liberto.
MARTEDÌ
29 DICEMBRE, ore 18,30
. L’ultimo concerto viaggerà proprio sulle Madonie,
sì, ma a ritmo Dixieland. Sette musicisti, ovvero i Dixie Kings, tutti
originari dei paesi attorno Castelbuono, che hanno deciso di recuperare lo
stile delle Big Band di New Orleans di inizio ventesimo secolo. Ovviamente con
strumenti originali – compresi un sousaphone e un banjo – e abbigliamento in
stile. Pezzi da Nick La Rocca a Louis Armstrong e tanti altri. L’attrice
Emanuela Mulè interverrà tra un brano e l’altro con il racconto del periodo in
cui nacquero le grandi orchestre americane. Nella band, Davide Leone
(sousaphone), Paolo Dolce (banjo), Antonio Di Martino (batteria), Nicola
Mogavero (sax soprano), Michele Mazzola (sax tenore), Fabio Piro (trombone) e
Giuseppe Occorso (tromba).

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001