Il Pil siciliano vale un quinto di quello lombardo. Nord bulimico, Mezzogiorno al guinzaglio - QdS

Il Pil siciliano vale un quinto di quello lombardo. Nord bulimico, Mezzogiorno al guinzaglio

redazione

Il Pil siciliano vale un quinto di quello lombardo. Nord bulimico, Mezzogiorno al guinzaglio

Paolo Giordano e Ivana Zimbone  |
giovedì 16 Giugno 2022 - 06:27

Pil, reddito, occupazione. La Sicilia si troverebbe nelle stesse condizioni di sottosviluppo se si fosse trovata al posto della Lombardia? È tempo di ribaltare questo stato di subordinazione

Ci piacerebbe poter scrivere che la nostra Isola primeggi in un particolare settore, che stia risalendo la china in qualche classifica di taglio socio-economico, che il tanto paventato cambio di rotta sia stato compiuto o quanto meno sia in atto. La nostra Bibbia però sono i numeri e questi continuano a relegare la Sicilia – e con essa l’intero Mezzogiorno – a fanalino di coda della Penisola (e non solo).

Prendiamo ad esempio uno tra i principali indici economici: il prodotto interno lordo. Tra il 2019 e il 2020, secondo gli ultimi dati Istat disponibili, il Pil Sicilia è passato da 85,5 a 78,5 miliardi, registrando una contrazione dell’8,2%. La Sicilia, però, attesta sempre l’Istat, dal 2000 al 2020 ha perso il 16,8% del suo Pil, contro il -5,2% registrato a livello nazionale. Un calo, questo, certamente non imputabile interamente all’emergenza pandemica.

Guardando poi alle statistiche Eurostat sull’occupazione nel 2021, i numeri che vengono fuori sono drammatici perché fotografano l’ennesimo record negativo per la Sicilia, rapportato per altro non su scala nazionale bensì su proporzioni ben più ampie: l’Isola, infatti, registra un tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni del 41,1%… CONTINUA LA LETTURA. QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI
ABBONATI PER CONTINUARE LA LETTURA

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684