Impianti di prossimità per i rifiuti organici. Dalla Regione contributi per 16 milioni - QdS

Impianti di prossimità per i rifiuti organici. Dalla Regione contributi per 16 milioni

Rosario Battiato

Impianti di prossimità per i rifiuti organici. Dalla Regione contributi per 16 milioni

venerdì 19 Aprile 2019 - 00:00
Impianti di prossimità per i rifiuti organici. Dalla Regione contributi per 16 milioni

PALERMO – Ci sono sedici milioni di euro di agevolazioni ai Comuni per il sostegno alle attività di compostaggio di prossimità dei rifiuti organici, a valere sull’Azione 6.1.1 “Realizzare le azioni previste nei piani di prevenzione e promuovere la diffusione di pratiche di compostaggio domestico e di comunità”. L’Avviso è stato pubblicato come supplemento ordinario con la Gurs della settimana scorsa e quindi, da quella data, ci saranno due mesi di tempo per accedere ai contributi.

I fondi, distribuiti tra 6 milioni del 2019 e 10 del 2020, sono destinati alla diffusione delle pratiche di compostaggio di prossimità e hanno come finalità la riduzione del quantitativo di rifiuti organici da fare gestire alla ditta di raccolta e trasporto del Comune e da avviare a trattamento e/o smaltimento finale presso impianti industriali, il recupero delle matrici organiche dei rifiuti urbani trasformandole in compost di qualità e il rafforzamento in modo efficace e sostenibile della dotazione impiantistica per garantire il recupero della frazione organica dei rifiuti urbani. Negli scorsi anni, proprio l’assenza di un’impiantistica adeguata per la grande quantità della frazione organica raccolta aveva rischiato di mandare in blocco l’intero sistema dei rifiuti dell’Isola.

Possono partecipare all’Avviso i Comuni siciliani, anche nelle forme associative regolarmente costituite al momento della presentazione dell’istanza, che dovranno garantire, tra le altre cose previste, la disponibilità delle aree e l’idoneità di localizzazione dei siti individuati per l’installazione e gestione degli impianti. L’istanza di contributo può essere presentata dal singolo Comune oppure da parte dell’Aro per interventi che riguardano tutto o parte del territorio di diversi Comuni.

Le operazioni ammissibili riguardano l’acquisto e l’installazione di compostiere elettromeccaniche o statiche per il trattamento della frazione organica di piccola scala, le strutture ausiliarie connesse all’installazione e gestione di queste apparecchiature e gli eventuali interventi di adeguamenti di strutture esistenti necessarie al funzionamento. Per quanto riguarda le quantità per apparecchio, non è possibile superare le 130 tonnellate per il compostaggio di comunità e le 80 tonnellate per il compostaggio locale. I progetti dovranno includere anche uno studio di fattibilità in cui vengono identificate le aree destinatarie della tipologia di trattamento.

Il contributo finanziario in conto capitale è concesso fino alla totale copertura dei costi ammissibili dell’operazione. Sulla base dei Comuni, ci sono dei limiti di spesa progettuale parametrati alla dimensione demografica. Fino a 350 mila euro per quelli che non superano i 5 mila abitanti, 800 mila euro per la fascia che si chiude con i 25 mila abitanti, 1,2 milioni di euro per quelli che arrivano fino a 100 mila abitati e 1,5 milioni per chi si spinge ancora oltre.

Le domande saranno finanziate secondo una graduatoria che sarà redatta sulla base di alcuni criteri definiti in dettaglio nell’Avviso e fino all’esaurimento delle risorse. Per presentare la domande ci sono due mesi di tempo a partire da venerdì scorso, tutti gli altri dettagli sul sito euroinfosicilia.it oppure sulla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana della scorsa settimana.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684