Infortuni sul lavoro in crescita, Cisl Ragusa: “Intensificare i controlli” - QdS

Infortuni sul lavoro in crescita, Cisl Ragusa: “Intensificare i controlli”

redazione

Infortuni sul lavoro in crescita, Cisl Ragusa: “Intensificare i controlli”

venerdì 28 Gennaio 2022 - 08:36

Episodi in aumento del 75% in provincia, la segretaria generale Ust-Cisl Vera Carasi: “Un fenomeno diffuso e drammaticamente compenetrato nel sistema, bisogna investire in prevenzione”

RAGUSA – Dieci infortuni mortali denunciati nel 2021 (periodo gennaio-ottobre) in provincia di Ragusa contro i sette del 2020 (stesso periodo) la dicono lunga sui passi in avanti da compiere per garantire sicurezza.

“Dai dati Inail – sottolinea la segretaria generale dell’Ust Cisl Rg-Sr, Vera Carasi – è confermato come il fenomeno delle morti sul lavoro, degli infortuni e delle malattie professionali, sia altamente diffuso e drammaticamente compenetrato nel sistema lavoro”.

Gli infortuni denunciati in provincia di Ragusa nel 2021 (gennaio-ottobre) sono stati complessivamente 1.659 mentre le malattie professionali denunciate ammontano a 49, con una risalita del 75% rispetto all’anno precedente.

“A poco meno di un mese dall’entrata in vigore dei provvedimenti governativi e dal piano di intensificazione dei controlli nei luoghi di lavoro, da parte degli organi di vigilanza, ai quali è stato disposto una più forte collaborazione e diffusione di interventi – continua Carasi – la situazione complessa, difficile e per certi versi drammatica non sembra cambiare. La Cisl, oltre a non abbassare la guardia attraverso le ispezioni degli organi competenti, proseguendo ad investire sulla prevenzione, chiede che possa essere garantito un presidio in ogni realtà lavorativa, dalle micro alle grandi imprese, attraverso una rappresentanza sindacale competente, ma serve anche una assunzione di responsabilità collettiva da parte della società civile. Riteniamo sia indispensabile definire al più presto una strategia in materia di Salute e sicurezza, un sistema di qualificazione delle imprese (ad esempio la patente a punti) ed aggiornare la Legge 81/2008”.

“Inoltre – prosegue Carasi – bisogna realizzare una campagna straordinaria sulla sicurezza e sollecitare attraverso gli organi di vigilanza e controllo ispezioni nei cantieri pubblici delle grandi opere e in tutti i luoghi di lavoro. Come Cisl diciamo che è arrivato il momento di dire basta, anche in provincia di Ragusa, a questo stillicidio di vite umane. Bisogna decisamente cambiare verso”.

“La ripresa e la ripartenza, la crescita del Pil e gli incentivi economici – conclude la segretaria generale dell’Ust Cisl Rg Sr – devono essere linfa che alimenta il sistema lavoro, non certo a discapito di vite umane”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001