Cinema, Johnny Depp ispiratore de "Arrivederci professore" - QdS

Cinema, Johnny Depp ispiratore de “Arrivederci professore”

Francesco Torre

Cinema, Johnny Depp ispiratore de “Arrivederci professore”

giovedì 27 Giugno 2019 - 00:00
Cinema, Johnny Depp ispiratore de “Arrivederci professore”

Un docente di letteratura inglese in un college, scopre di essere ammalato di cancro al polmone e di avere un'aspettativa di vita di pochi mesi. Da questo spunto si dipana una vicenda tra commedia e romanzo di formazione

ARRIVEDERCI PROFESSORE
Regia di Wayne Roberts. Con Johnny Depp (Richard); Rosemary DeWitt (Veronica).
Usa 2019, 90’.
Distribuzione: Notorious Pictures

Richard, professore di letteratura inglese in un college, scopre di avere un cancro al polmone in stato avanzato e di avere un’aspettativa massima di vita di un anno e mezzo se inizierà a sottoporsi subito alle cure. Decide, però, di prendere il treno espresso per la morte, senza l’agonia delle terapie. Vorrebbe dirlo in famiglia, ma si decide proprio nel giorno in cui la figlia Olivia fa coming out dichiarandosi gay e la moglie Veronica spiattella di avere una relazione con Henry, il rettore, con cui peraltro Richard ha un rapporto pessimo.

Ovviamente, manterrà il segreto sulla malattia, ma cambierà anche alcune cose della propria routine, soprattutto a proposito del metodo di insegnamento. L’ultimo semestre rimarrà con un manipolo di discepoli, li renderà partecipi e autonomi nel determinare i percorsi didattici e stabilirà con loro anche una relazione amichevole, spesso in stato di ubriachezza.

Tra commedia e romanzo di formazione, il film intende riecheggiare i mitici personaggi di professori-ispiratori dei vari “L’attimo fuggente” e “Will Hunting”, ma la struttura – sebbene la sceneggiatura di Wayne Roberts abbia diversi pregi soprattutto nella scrittura dei dialoghi – non riesce a penetrare nella fragilità dei personaggi, né semina abbastanza, anzi lo fa così poco che alla fine non si raccoglie quasi nulla.

Anche la dimensione familiare del professore, che via via diventa snodo centrale del film, viene infine trattata con convenzionalità e compassione retorica, nonostante la buona prova degli interpreti, su tutti Johnny Depp qui in una delle poche occasioni in cui presta la propria faccia di gomma per una performance contenuta e non telefonata.

Voto: ☺☺☻☻☻

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684