Lella Costa porta nel Teatro Greco "La vedova Socrate" - QdS

Lella Costa porta nel Teatro Greco “La vedova Socrate”

redazione

Lella Costa porta nel Teatro Greco “La vedova Socrate”

sabato 25 Luglio 2020 - 00:00

A Siracusa la terza serata di “Inda 2020 per voci sole” con uno spettacolo che è un concentrato di ironia corrosiva e analisi sociale. Un omaggio speciale a Franca Valeri, icona del cinema e del teatro italiani, che il prossimo 31 luglio compirà cent'anni

SIRACUSA – Lella Costa al Teatro Greco di Siracusa con un’anteprima nazionale e un omaggio alla grandissima Franca Valeri che il 31 luglio compirà 100 anni.

La vedova Socrate, in scena questa sera alle 20,30, è il terzo appuntamento di Inda 2020 Per voci sole, il progetto speciale della Fondazione Inda che si chiuderà il 30 agosto.

Il testo, liberamente tratto dall’opera Der tod des Sokrates di Friedrich Dürrenmatt (per gentile concessione di Diogenes Verlag Ag) ha la regia di Stefania Bonfadelli ed è stato scritto e interpretato da Franca Valeri a partire dal 2003.

Lo spettacolo al Teatro Greco di Siracusa segna così uno speciale passaggio di testimone con Lella Costa che ha raccolto l’invito di Franca Valeri, icona italiana nel mondo del cinema, del teatro e dello spettacolo, a riportare in scena La vedova Socrate. La produzione è del Centro Teatrale Bresciano con la Fondazione Inda, il progetto è a cura di Mismaonda.

La vedova Socrate è un concentrato di ironia corrosiva e analisi sociale, rivendicazione disincantata e narrazione caustica; il monologo è ambientato nella bottega di antiquariato e oggettistica di Santippe, la moglie del filosofo tramandata dagli storici come una delle donne più insopportabili dell’antichità.

Nello spettacolo, Santippe si sfoga per tutto quello che le hanno fatto passare gli amici di Socrate come Aristofane, Alcibiade e soprattutto Platone, il principale bersaglio polemico dello spettacolo: Santippe non sopporta che quest’ultimo abbia usurpato le idee del consorte, anche se fu molto fedele nel riportarle, e così lo degrada a un semplice copista e si mette in testa di chiedergli pure i diritti d’autore.

“Essendo un teatro di parola, centellinata in maniera chirurgica, fatta di ritmo, pause, cadenze come una vera partitura musicale – sono le parole della regista Stefania Bonfadelli -, il lavoro di regia deve essere leggero per accompagnare l’interprete in modo non invasivo ma di sostegno come si accompagna un musicista in un assolo”.

Lo spettacolo, grazie all’accordo di partenariato digitale con Tim, sarà trasmesso gratuitamente in diretta streaming su www.indafondazione.org e resterà disponibile on demand per 24 ore.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001