L’ex Caserma Capitano Franco diventerà un parco urbano comunale - QdS

L’ex Caserma Capitano Franco diventerà un parco urbano comunale

Annalisa Giunta

L’ex Caserma Capitano Franco diventerà un parco urbano comunale

venerdì 17 Maggio 2019 - 00:05
L’ex Caserma Capitano Franco diventerà un parco urbano comunale

Dal demanio militare è arrivata la proposta di acquisizione in comodato d’uso. Predisposto piano di riutilizzo con specifica destinazione d’uso istituzionale

CALTANISSETTA – La Giunta comunale ha deliberato sulla proposta d’acquisizione in comodato d’uso, da parte del demanio militare dell’ex caserma “Capitano Franco”, con “specifica destinazione d’uso istituzionale”.
Nella premessa dell’atto si legge che “nell’area urbana compresa tra viale della Regione e via Pietro Leone” sono presenti “i manufatti delle caserme dismesse, a monte (viale della Regione) la ex caserma Capitano Franco ed a valle (via Pietro Leone) la ex caserma Pililli e relative aree esterne di pertinenza”.

In tali aree, “il demanio non avendo più necessità di gestione diretta ed uso di detti immobili ha predisposto un piano di riutilizzo per fini istituzionali interessando enti esterni ciò anche in ottica di riuso urbano, come da strategie di spending review”.

Si punta all’utilizzo delle aree della dismessa Caserma Capitano Franco “con la realizzazione di un parco urbano comunale, a servizio della nuova zona di espansione direzionale della città, in atto priva di detti spazi” e alla “riqualificazione del corpo edilizio della caserma da potere destinare ad attività istituzionali comunale”.

A fronte della disponibilità “del demanio militare di cedere in comodato d’uso da destinare a fini istituzionali il corpo fabbrica della ex caserma e parte delle aree annesse con destinazione a parco urbani comunale”, il sindaco “ha anticipato la volontà dell’Amministrazione di rendersi disponibile alla realizzazione del necessario muro di delimitazione delle aree da attribuire in comodato dalle aree che devono restare annesse ai corpi caserma ed uffici della Guardia di Finanza”.

A tal proposito “la Direzione III di questo Comune ha provveduto a concertare con il Comando della Guardia di Finanza la posizione e la modalità di realizzazione dei manufatti”, come “da planimetria e particolari costruttivi allegati” alla stessa deliberazione. Il fabbricato è composto anche da un locale interrato di 60 metri quadrati circa e un piano terra di superficie lorda di circa 680 mq.

Il manufatto “è in stato di inutilizzo da anni” e “si presenta in condizioni critiche di manutenzione”.
Pertanto, “qualsiasi intervento per il suo riutilizzo comporta un progetto ed un investimento di recupero e riqualificazione”. Già approntato “un progetto di massima per la realizzazione del muro di delimitazione delle aree”: stimata “presuntivamente una spesa di circa 200 mila euro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684