Lions Sicilia, anche in pandemia solidarietà al servizio dei più deboli - QdS

Lions Sicilia, anche in pandemia solidarietà al servizio dei più deboli

Maria Francesca Fisichella

Lions Sicilia, anche in pandemia solidarietà al servizio dei più deboli

mercoledì 30 Dicembre 2020 - 00:00
Lions Sicilia, anche in pandemia solidarietà al servizio dei più deboli

Mariella Sciammetta, governatore Distretto 108 Yb: “Abbiamo trasformato criticità in opportunità”. “Questo è il momento di porre in essere un impegno fattivo che produca servizi utili”

PALERMO – Quello che sta per concludersi è stato un anno complicato. Siamo stati travolti da una crisi sanitaria senza precedenti che ha messo a dura prova il tessuto socio-economico del nostro Paese. Mentre tutti i cittadini fanno i conti con la crisi, aumentano nuovi poveri e persone in difficoltà. In questi mesi così difficili, hanno giocato un ruolo fondamentale associazioni e club service che hanno dovuto riorganizzarsi e re-inventarsi per portare avanti i propri obiettivi. A tal proposito abbiamo intervistato il governatore del Distretto 108 Yb Lions Sicilia, Mariella Sciammetta.

In questo periodo in cui non si sono potute svolgere manifestazioni pubbliche, quali servizi sono stati avviati in Sicilia dal vostro club service?
“Prima di tutto vi ringrazio per l’attenzione che dedicate al Lions Club International con questa intervista che ci da modo di parlare del fare dei Lions e della loro incisività del territorio. Il momento è molto particolare e se è pur vero che da ottobre non abbiamo potuto svolgere manifestazioni di presenza, aperte al pubblico, sui vari temi di cui la nostra associazione si occupa per fare sensibilizzazione ed informazione, è anche vero che stiamo comunque svolgendo la nostra attività in maniera molto incisiva grazie all’uso delle nuove modalità telematiche, che abbiamo imparato facilmente ad usare e che ci stanno consentendo di poter raggiungere platee ancora più ampie rispetto a quelle che avremmo potuto avere con le tradizionali modalità di comunicazione. Sul punto desidero evidenziare come nel nostro distretto e non solo, Lions Club International sia riuscito a trasformare la criticità in opportunità, atteso che si stanno affrontando, con grande efficienza ed efficacia, temi sociali molto importanti che vanno dalle tematiche ambientali, alla violenza e disparità di genere, dall’affido alla violenza sui minori, dalla legalità alla crisi economica, dalle disuguaglianze alle nuove povertà e così via”.

È stata presa in esame una campagna stampa (carta, tv e web) regionale per sensibilizzare i siciliani al soccorso dei più deboli?
“Il soccorso dei più deboli è l’obiettivo primario di questo anno sociale certamente difficile ma anche speciale. I Lions siciliani stanno interpretando il mio motto ‘Servizio, Solidarietà e Sobrietà’ in modo autentico e con una generosità incredibile. Noi non abbiamo pensato ad una campagna stampa regionale per sensibilizzare i siciliani all’aiuto di chi ha bisogno. Stiamo puntando ad una campagna di sensibilizzazione basata non sulle parole, bensì sull’esempio. Tra i punti imprescindibili dell’Etica lionistica vi è quello di essere solidale con il prossimo mediante l’aiuto ai deboli, i soccorsi ai bisognosi e la simpatia ai sofferenti. è facile, dunque, comprendere come l’azione dei Lions in questo particolare momento sia fortemente in linea con il principio dell’etica che ho richiamato e come sia stato fondamentale il tempestivo e concreto adattamento del modo di servire le nostre comunità da parte dei nostri soci. L’ultimo incontro di presenza che si è svolto in Sicilia è stato quello tenutosi a Enna nello scorso mese di ottobre che abbiamo chiamato ‘Stati Generali del Lionismo Siciliano’ dove si è discusso di tutte le questioni che sono di grande attualità e di quali strategie adottare per affrontarle. Ne è venuto fuori un documento che ha dettato linee guida per tutti coloro che ricoprono e ricopriranno in futuro ruoli di responsabilità, il cui agire sarà improntato proprio sulla credibilità dei Lions, sulla concretezza del loro agire e sul ruolo di solidarietà e di sussidiarietà che sono chiamati a svolgere. I Lions hanno le idee molto chiare e oggi più che mai sono convinti del fatto che questo è il momento di porre in essere un impegno fattivo, che produca un servizio utile, che raggiunga più persone possibile e che lasci un segno tangibile nelle comunità”.

I vostri club della Sicilia hanno svolto attività sociali nei propri territori, collaborando con i sindaci, per preparare il dopo epidemia?
“Nell’ottica di cui ho detto prima i club hanno lavorato incessantemente ed in modo incisivo sui rispettivi territori in piena collaborazione con le locali Istituzioni, con i sindaci, con la Chiesa e con altre Associazioni che svolgono attività di volontariato. Tuttavia non si è avuto ancora il tempo di pensare ad un piano post pandemico, visto che ancora siamo in piena emergenza sanitaria e che i bisogni crescono a dismisura quotidianamente. L’azione è stata piuttosto incentrata a fronteggiare le nuove povertà, non solo economiche, ma anche educative, sanitarie ecc. A tal proposito mi preme evidenziare che il Consiglio dei Governatori del Multidistretto Italy di cui faccio parte, ha discusso e condiviso un piano nazionale di azione per fronteggiare l’emergenza sociale provocata dal Covid-19, ponendo l’attenzione in particolare sul ‘Lavoro, Famiglia e Nuove Povertà’, che si pone come obiettivo quello di fornire assistenza e supporto alle attività che a causa della pandemia hanno registrato molte perdite e quello di sensibilizzare gli Enti e le istituzioni ad attenzionare queste tematiche. Su tale progetto, che vede impegnato anche il nostro Distretto, si lavora insieme e con il supporto di esperti del settore che compongono un tavolo che elabora strategie per la ripresa economica. Tavolo di cui fanno parte professionisti Lion di grande esperienza, anche siciliani, che si spendono con grande competenza e generosità. Ovviamente siamo sempre pronti e disponibili a continuare a supportare i sindaci per contribuire alla ripresa economica, sociale e culturale della nostra Isola”.

Quali sono le attività che intendete svolgere nel secondo semestre dell’anno sociale 2020/2021 per contribuire a risollevare le sorti dei siciliani?
“Il secondo semestre ci vedrà impegnati con iniziative propositive di supporto alle categorie più deboli attraverso l’approfondimento e la divulgazione di tematiche volte a sollecitare le istituzioni e la politica perché adottino norme, misure economiche e strategie di intervento che pongano al centro l’uomo e i suoi bisogni. L’uomo come persona, come lavoratore, come imprenditore, come cittadino. Non è un caso che il tema di studio distrettuale che ho voluto venisse approfondito quest’anno è ‘La Sicilia tra disuguaglianze e diversità’. La Sicilia è una terra bellissima che nonostante gli sforzi compiuti da tante persone di buona volontà ed intelligenze volte al bene, non riesce ad esprimere neanche sufficientemente le proprie potenzialità. Bisogna, comunque, continuare e credere che verranno tempi migliori in cui finalmente, anche attraverso il buon impiego delle risorse economiche provenienti dall’Europa per fronteggiare l’emergenza post covid, verrà data priorità alla realizzazione di tutte quelle opere ed infrastrutture strategiche e necessarie per rimettere in moto l’economia e lo sviluppo. Per tale motivo i Lions di Sicilia, proprio in un momento così critico, in cui le disuguaglianze si sono ampliate a dismisura, metteranno in campo le loro migliori energie e cercheranno di farsi parte attiva per realizzare sempre di più il bene comune”.

CURRICULUM

Mariella Sciammetta è nata a Librizzi (Me) il 10 luglio 1960.
Ha frequentato il Liceo Classico di Patti e l’Università degli Studi di Messina presso la quale ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza. Dopo l’abilitazione ha intrapreso la professione forense ed è titolare di uno Studio legale in Patti (Me) dove vive. Dall’anno 2003 è abilitata al patrocinio innanzi alla Suprema Corte di Cassazione ed alle altre Giurisdizioni Superiori.
Si occupa prevalentemente di diritto civile, amministrativo e del lavoro ed ha svolto l’incarico di esperto in materie giuridiche ed amministrative nei comuni di Basicò e di Montagnareale.
In atto ricopre l’incarico di esperto in materie giuridiche presso l’Ipab Sciacca Baratta di Patti.
È esperta di valutazione del personale delle Pubbliche Amministrazioni e di valutazione della performance essendo in possesso del relativo titolo conseguito a Palermo nel giugno del 2000.
È stata componente del Nucleo di valutazione del Comune di Basicò e Patti.
Ha insegnato presso la Scuola Superiore Pubbliche Amministrazioni Locali nei corsi di specializzazione per segretari comunali ed è stata anche componente della Commissione di esami per segretari comunali, corso Sefa 2007, presso la Sspal di Roma.
Ha insegnato ed in corsi di formazione del personale degli Enti Locali nell’ambito di corsi regionali e comunitari.
Ha svolto l’incarico di componente del Collegio distrettuale di disciplina nell’ambito della Corte d’Appello di Messina sino al 31 dicembre 2018.
Ha svolto le funzioni di consigliere comunale dal 1998 al 2002;
È stata eletta sindaco del Comune di Librizzi ed ha svolto le relative funzioni dal giugno 1993 al novembre 1997 e per un secondo mandato dal 1997 al mese di giugno 2002
È stata presidente dell’Assemblea del Consorzio intercomunale Pubblici servizi avente sede in Patti per lo stesso periodo.
Ha fatto parte degli Organismi associativi degli Enti Locali (Anci ed Arael) ricoprendo, in particolare per l’Anci, del cui direttivo regionale ha fatto parte, anche la carica di presidente della consulta regionale dei Piccoli Comuni.
È presidente della Lega italiana Fibrosi Cistica Comitato provinciale di Messina;
Con decreto dell’assessore regionale Sanità del maggio 2019 è stata nominata componente della Commissione regionale per l’Assistenza ai soggetti affetti da fibrosi Cistica.
Ha partecipato a numerosi convegni relazionando su tematiche giuridiche, economiche e sociali.
È governatore Lions del Distretto 108 Yb Sicilia.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684