Ma dov'è la Regione? - QdS

Ma dov’è la Regione?

web-sr

Ma dov’è la Regione?

Giovanni Pizzo  |
martedì 08 Novembre 2022 - 08:15

C’è un presidente proclamato, Renato Schifani, ma non c’è una giunta. Cercasi 12 assessori smarriti, senza volto e senza cv.

Dopo un mese e mezzo la Regione ancora non c’è. Forse toccherebbe chiamare la Sciarelli a chi l’ha visto. Cercasi 12 assessori smarriti, senza volto e senza cv. C’è un presidente proclamato, Renato Schifani, ma non c’è una giunta, non ci sono dunque gli assessori, i capi di gabinetto che governano carte e macchina burocratica.

I direttori generali dei singoli dipartimenti sono al loro posto, ma attendono le inevitabili mosse dello spoil system, quindi navigano sotto costa, a vista. Non sanno costoro se saranno confermati o meno, se verranno dirottati su altre funzioni o altri dipartimenti. E a cascata i dirigenti dei servizi, non avendo ufficiali superiori saldamente al comando, gestiscono un’amministrazione più che ordinaria, di galleggiamento.

Ma intanto le scadenze sono tante. C’è tutta la progettazione PNRR da presentare, e fino ad oggi non abbiamo proprio brillato. Soprattutto fine anno incombe e non abbiamo un’idea di legge di Bilancio. Inoltre c’è la spada di Damocle della parifica contabile sull’anno precedente che potrebbe regalarci, ai sensi delle anticipazioni della magistratura contabile, un bel buco da un miliardo, come nei fumetti del Signor Bonaventura, da coprire.

E poi ci sono i problemi improrogabili dei siciliani, i treni lenti, le strade a pezzi, i cantieri infiniti, le imprese ancora non pagate da quest’estate, le bollette astronomiche che per moltissimi sono peggio della pandemia. Certo poi ci sono i rave e le navi delle ONG nei porti siciliani, ma c’è soprattutto una Sicilia povera, poverissima con oltre un milione di siciliani sotto la soglia di povertà.

Ma intanto un governo non c’è, c’è un cambio della guardia che non trova soluzioni e compromessi per andare avanti. Le elezioni si sono fatte ma chi, è soprattutto come, comanda in Sicilia non si sa ancora. Comandare non significa tra l’altro governare, trovare soluzioni concrete a problemi spesso incancreniti, ma nemmeno quello si sa. Tutto procede lento e indifferente, come se Kronos avesse fermato il tempo solo per la politica da queste parti.

Così è se vi pare.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001