Maneskin e fluidità sessuale, il video hot di "I wanna be your slave" - QdS

Maneskin e fluidità sessuale, il video hot di “I wanna be your slave”

Ivana Zimbone

Maneskin e fluidità sessuale, il video hot di “I wanna be your slave”

venerdì 16 Luglio 2021 - 13:19

In meno di 18 ore il nuovo video della rock band ha ricevuto oltre 5 milioni di visualizzazioni. Ma per alcuni sarebbe troppo "fetish".

I Maneskin, dopo la vittoria a Sanremo e all’Eurovision, restano sulla cresta dell’onda. E tornano a far discutere. Questa volta per il contenuto del video della loro nuova canzone “I wanna be your slave“, pubblicato ieri pomeriggio su YouTube in versione integrale, contenuta nell’album “Teatro d’Ira- Volume 1”.

Le immagini della clip sono parecchio esplicite. In una scena il cantante Damiano David e il batterista Ethan Torchio sembrano simulare addirittura un rapporto sessuale. Baci gay, petting nelle parti intime, bondage e “dolci violenze” vengono riproposti a più riprese. Una diretta conseguenza del significato del testo della canzone che gioca sui “ruoli di coppia”, sulle figure del “master” (padrone) e dello “slave” (schiavo) che si uniscono in un connubio di piacere sessuale e divertimento.

Il frontman ha più volte baciato – anche in diretta – il chitarrista Thomas Raggi per esprimere la sua vicinanza alla comunità lbgtq+ e per lanciare un messaggio: “Chiunque deve sentirsi libero di farlo”.

TESTO DI “I WANNA BE YOUR SLAVE”

Ecco il testo originale della canzone, scritto a Londra, che racconta le diverse sfaccettature della sessualità:

“I wanna be your slave, I wanna be your master
I wanna make your heartbeat run like rollercoasters
I wanna be a good boy, I wanna be a gangster
‘Cause you could be the beauty and I could be the monster

I love you since this morning, not just for aesthetic
I wanna touch your body, so fucking electric
I know you scared of me, you say that I’m too eccentric
I’m crying all my tears, and that’s fucking pathetic

I wanna make you hungry, then I wanna feed ya
I wanna paint your face, like you’re my Mona Lisa
I wanna be a champion, I wanna be a loser
I’ll even bе a clown ‘cause I just wanna amuse ya

I wanna be your sеx toy, I wanna be your teacher
I wanna be your sinner, wanna be a preacher
I wanna make you love me, then I wanna leave ya
‘Cause, baby, I’m your David, and you’re my Goliath

Uh-huh
Hmm, uh-huh

Because I’m the devil, who’s searching for redemption
And I’m a lawyer, who’s searching for redemption
And I’m a killer, who’s searching for redemption
I’m a motherfucking monster, who’s searching for redemption

And I’m a bad guy, who’s searching for redemption
And I’m a blonde girl, who’s searching for redemption
And I’m a freak that is searching for redemption
I’m a motherfucking monster who’s searching for redemption

I wanna be your slave, I wanna be your master
I wanna make your heartbeat run like rollercoasters
I wanna be a good boy, I wanna be a gangster
‘Cause you can be the beauty and I could be the monster

I wanna make you quiet, I wanna make you nervous
I wanna set you free, but I’m too fucking jealous
I wanna pull your strings, like you’re my telecaster
And if you want to use me, I could be your puppet

‘Cause I’m the devil, who’s searching for redemption
And I’m a lawyer, who’s searching for redemption
And I’m a killer, who’s searching for redemption
I’m a motherfucking monster who’s searching for redemption

I wanna be your slave, I wanna be your master”

LA TRADUZIONE IN ITALIANO

Qui la traduzione della nuova hit della rock band:

“Voglio toccare il tuo corpo
Così fottutamente elettrico
So che hai paura di me
Hai detto che sono troppo eccentrico
Sto piangendo tutte le mie lacrime
Ed è patetico cazzo
Voglio renderti affamata
E poi nutrirti


Voglio dipingere il tuo volto
Come se fossi la mia Mona Lisa
Voglio essere un campione
Voglio essere un perdente
Sarò anche un clown
Perché voglio solo intrattenerti
Voglio essere il tuo giocattolo sessuale
Voglio essere il tuo insegnante
Voglio essere il tuo peccato
Voglio essere un predicatore
Voglio che tu mi ami
E poi voglio lasciarti

Perché tesoro sono il tuo David
E tu la mia Goliath

Perché sono il diavolo
Che sta cercando la redenzione
E sono un avvocato
Che sta cercando la redenzione
E sono un killer
Che sta cercando la redenzione
Sono fottuto mostro
Che sta cercando la redenzione
E sono un cattivo ragazzo
Che sta cercando la redenzione
E sono una ragazza bionda
Che sta cercando la redenzione
Sono un pazzo
Che sta cercando la redenzione
Sono fottuto mostro
Che sta cercando la redenzione

Voglio essere il tuo schiavo
Voglio essere il tuo maestro
Voglio che il tuo battito cardiaco
Corra come le montagne russe
Voglio essere un bravo ragazzo
Voglio essere un gangster
Perché tu puoi essere la bella
E io potrei essere il mostro
Voglio renderti calma
Voglio renderti nervosa
Voglio liberarti
Ma sono fottutamente geloso
Voglio muovere le tue corde
Come se fossi la mia telecaster
E se vuoi usarmi posso essere il tuo pupazzo

Perché sono il diavolo
Che sta cercando la redenzione
E sono un avvocato
Che sta cercando la redenzione
E sono un killer
Che sta cercando la redenzione
Sono fottuto mostro
Che sta cercando la redenzione

Voglio essere il tuo schiavo
Voglio essere il tuo maestro”

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x