Mare e cultura, il turismo fa rotta verso la Sicilia. Anche quest’anno è tra le mete estive più ambite - QdS

Mare e cultura, il turismo fa rotta verso la Sicilia. Anche quest’anno è tra le mete estive più ambite

redazione

Mare e cultura, il turismo fa rotta verso la Sicilia. Anche quest’anno è tra le mete estive più ambite

giovedì 16 Maggio 2019 - 00:00
Mare e cultura, il turismo fa rotta verso la Sicilia. Anche quest’anno è tra le mete estive più ambite

Secondo i dati della Regione i flussi turistici sono cresciuti del 3% nel 2018. Palermo e Catania in cima alle preferenze

PALERMO – Nei giorni a cavallo tra la fine di aprile e l’inizio di maggio si è assistito ad un’invasione di turisti nelle principali città della Sicilia, con in testa Palermo, terza meta in Italia e prima nell’isola. Ma con il “megaponte” ormai alle spalle, il pensiero vola già alle vacanze estive: secondo il sondaggio “Le vacanze degli italiani”, realizzato da italiani.coop e Robintur, 9 italiani su 10 hanno già deciso di andare in vacanza nei prossimi mesi estivi, e tra le mete nazionali più gettonate c’è anche la Sicilia.
Gli operatori del turismo dell’isola sperano dunque che si riconfermi un trend positivo che dura ormai da anni. Stando ai dati elaborati e pubblicati dall’Osservatorio Turistico della Regione Siciliana, nel 2017 quasi cinque milioni di turisti italiani e stranieri hanno visitato la Sicilia, facendo registrare un aumento degli arrivi (+10,2%) e delle presenze (14,7 milioni di pernottamenti, +7,3%) rispetto all’anno precedente. Mete predilette sono state Palermo, Messina e Catania con le loro province, che insieme hanno attratto quasi tre milioni di viaggiatori; la provincia di Trapani ha registrato, inoltre, un’ottima performance in termini di presenze e permanenza media.

In occasione degli Stati generali del turismo siciliano tenutisi a Erice lo scorso aprile, lo stesso Osservatorio Turistico Regionale ha presentato dati provvisori riguardanti i flussi turistici del 2018; dati che confermano una crescita del movimento turistico in Sicilia del 2,9%, sia in termini di arrivi (oltre 140 mila turisti in più) che di presenze (oltre 430 mila notti in più) rispetto all’anno precedente. Le tre province più attraenti sono rimaste quelle di Palermo, Messina e Catania, che insieme hanno superato la quota di tre milioni di arrivi, e quella di Trapani, per la quale si riconfermano ottimi dati quanto a presenze e permanenza media dei turisti.

I dati diffusi dall’Osservatorio Turistico della Regione Siciliana testimoniano una fase di rinnovata vitalità del comparto turistico regionale che sembra consolidarsi nel tempo, anche grazie al fondamentale valore della tradizione enogastronomica dell’isola. Non è una novità che il fascino di tutto il Bel Paese si fondi non solo sull’incredibile patrimonio artistico, paesaggistico e culturale, ma anche su quello culinario; tuttavia, studi recenti hanno provveduto a confermare questa tesi in maniera “scientifica”.

Per l’88% degli intervistati dell’indagine Coop-Robintur, la cucina è una delle priorità delle vacanze estive. Inoltre, secondo il Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2019 redatto da Roberta Garibaldi, il 59% dei turisti italiani valuta come importante o importantissima la presenza di un’offerta enogastronomica e di esperienze tematiche; allo stesso tempo, l’autrice sottolinea che la scelta di una meta enogastronomica avviene tenendo in considerazione altri elementi, dei quali i più rilevanti sono la bellezza del luogo da visitare, e la cultura e le tradizioni del territorio, indicate rispettivamente dal 51% e dal 45% dei turisti.
In questo scenario, non poteva non avere un ruolo di spicco la Sicilia, capolista fra le regioni preferite dagli italiani in termini di turismo enogastronomico, e il cui capoluogo è nella top five nella classifica delle singole città italiane, preceduta solo da Napoli, Roma, Firenze e Bologna. Insomma, la Sicilia sembra avere tutte le carte in regola per confermarsi anche nella prossima estate protagonista fra le destinazioni turistiche italiane.

Tali aspettative sono evidentemente condivise anche dai principali operatori di traghetti, che continuano a puntare su un’offerta di collegamenti sempre più ricca e attraente per i principali scali siciliani, quali Palermo, Messina e Catania. Tra questi spicca Grimaldi Lines, recentemente nominata Compagnia di Traghetti preferita dai passeggeri agli Italia Travel Awards 2019, che offre tutto l’anno servizi frequenti e regolari tra i principali porti italiani (Salerno, Livorno, Civitavecchia) e quelli siciliani di Catania e Palermo, nonché collegamenti regolari con le vicine Malta e Tunisi.

Sia nel 2017 che nel 2018, proprio lo scalo palermitano ha funto da porta del capoluogo e del suo territorio per circa 1,3 milioni di passeggeri. E d’altra parte, non è forse il mare la via più naturale per raggiungere un’isola?


Collegamenti marittimi in crescita
“Ideali per i viaggi in auto o moto”

NAPOLI – Sullo sviluppo turistico dell’Isola, abbiamo intervistato Francesca Marino, passenger department manager di Grimaldi Lines.

Dati e previsioni riguardanti i flussi turistici sembrano riconfermare un ruolo da protagonista per la Sicilia anche per la prossima estate. Prevede un trend positivo anche per il trasporto di passeggeri da e per i principali scali portuali dell’isola? Cosa spinge un’importante fetta di turisti a preferire la modalità marittima ad altre opzioni di viaggio?
“Il trend delle prenotazioni conferma anche per l’estate 2019 un grande interesse dell’utenza per la Sicilia. Il collegamento marittimo è senza dubbio una delle modalità di viaggio più richieste, in quanto la destinazione si presta non solo a soggiorni mare, ma anche e soprattutto a tour artistici e culturali che spesso vengono effettuati con l’auto, o la moto personale”.

Intervista a Francesca Marino, passenger department manager di Grimaldi Lines
Quali sono i vantaggi offerti da Grimaldi Lines e Grimaldi Lines Tour Operator per chi sceglie di raggiungere la Sicilia in nave?
“A chi sceglie Grimaldi Lines per raggiungere via mare la Sicilia, è sempre garantito un viaggio confortevole e rilassante, a bordo di navi moderne ed accoglienti con un’età media di soli 10 anni. I prezzi sono realmente vantaggiosi, in quanto in ogni periodo dell’anno offriamo interessanti promozioni a tempo e tariffe speciali. A questo proposito, suggeriamo di porre attenzione all’offerta ‘è arrivato il 17!’ che viene lanciata ogni mese con caratteristiche che variano sempre e che per maggio riguarderà le linee per/dalla Sicilia. Inoltre, è valida tutto l’anno la Riduzione bambini che, esclusivamente per i collegamenti da Palermo e viceversa, prevede il 100% di sconto (diritti fissi esclusi) sulla quota del passaggio nave per i bambini da 3 a 12 anni non compiuti; per tutte le altre linee il 50% (diritti fissi esclusi). Da segnalare anche la ‘Siciliani Doc’ che permette ai nativi e residenti che vivono fuori dall’isola, di raggiungerla a prezzi molto vantaggiosi in ogni periodo dell’anno. La proposta di Grimaldi Lines Tour Operator consente inoltre di abbinare alla traversata una vacanza di mare in formula nave + hotel con soggiorno presso strutture alberghiere attentamente selezionate, oppure un’indimenticabile tour alla scoperta delle ricchezze artistiche e storiche dell’isola”.

Incrementare la disponibilità e la qualità dei collegamenti di una meta turistica contribuisce senza dubbio al suo sviluppo. Qual è l’apporto del Gruppo Grimaldi sotto questo aspetto? Esistono iniziative o partnership che contribuiscono a rendere la Sicilia una meta allo stesso tempo attraente e accessibile?
“L’apporto di Grimaldi Lines allo sviluppo dell’isola come meta turistica è rappresentato dalla regolarità e dalla qualità dei collegamenti marittimi che la servono. Sono infatti ben tre le tratte effettuate in ogni periodo dell’anno: Livorno-Palermo, con tre partenze alla settimana da entrambi i porti, Salerno-Catania, con partenze tutti i giorni esclusa la domenica, e Salerno-Palermo, che effettua due partenze alla settimana. Colleghiamo, inoltre, Catania con l’isola di Malta una volta alla settimana.
Tra le partnership, possiamo citare quella con Sicily Camping Tour, Associazione di Campeggi Siciliani i cui clienti beneficiano di uno sconto per i nostri collegamenti, e quella con Sicilia Outlet Village per cui i clienti comuni ricevono sia sconto sui collegamenti, sia per gli acquisti all’outlet.
In riferimento alle iniziative speciali, confermiamo che anche le Scuole Siciliane rientrano nei programmi di formazione previsti dal progetto Grimaldi Educa, con attività gratuita di alternanza scuola-lavoro effettuata dal personale di coperta, macchina e camera durante i viaggi di istruzione.
Le navi che collegano il continente alla Sicilia sono inoltre completamente accessibili sulla base di quanto richiesto dalla normativa, così come lo è tutta la flotta Grimaldi Lines, e rientrano in un piano di miglioramento dell’accoglienza e sensibilizzazione del personale di bordo che fa parte del nuovo progetto Grimaldi Turismo Accessibile.
L’attenzione della Compagnia al tema dell’inclusione è stato dimostrato anche dalla recente sponsorizzazione tecnica degli equipaggi paralimpici della Lega Navale Italiana Palermo Nord che hanno preso parte alla Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2019”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684