Marevivo: #Emergensea torna alle Eolie per combattere la plastica - QdS

Marevivo: #Emergensea torna alle Eolie per combattere la plastica

redazione

Marevivo: #Emergensea torna alle Eolie per combattere la plastica

martedì 23 Aprile 2019 - 13:58
Marevivo: #Emergensea torna alle Eolie per combattere la plastica

Dopo Lipari, anche a Panarea, Vulcano e Malfa, uno dei tre Comuni dell'isola di Salina, le macchine compattatrici per bottiglie in pet. La presidente Rosalba Giugni, "Felici del cambiamento"

Le Eolie si impegnano nella lotta alla plastica con il progetto #EmergenSea di Marevivo.

Dopo Lipari anche Panarea, Vulcano e Malfa hanno installato l’eco compattatore che separa e compatta le bottiglie.

Ad attivarsi per prima, lo scorso anno, era stata appunto l’isola di Lipari che, grazie all’installazione della macchina compattatrice, fino a oggi ha “mangiato” oltre 70.000 bottiglie ed emesso i corrispondenti buoni sconto.

A Panarea, dal 23 aprile, cittadini e turisti potranno portare le loro bottiglie di plastica al Supermarket da Pina.

A Vulcano sarà invece il Supermercato Sapori&Dintorni Conad a ospitare, a partire da domani, 24 aprile, l’eco-compattatore.

Nel Comune di Malfa, uno dei tre dell’isola di Salina, la macchina sarà invece posizionata al plesso dell’Istituto Comprensivo Lipari1 che dal dieci maggio resterà aperto – per tutta la stagione estiva – a disposizione di chiunque vorrà aiutare l’ambiente portando le bottiglie di plastica.

La campagna di Marevivo è stata resa possibile grazie al rinnovato sostegno delle Fondazioni Aeolian islands preservation fund, blue marine foundation e della Caronte & tourist e alla collaborazione dei Comuni di Lipari, Malfa, dell’Istituto comprensivo Lipari1 e degli esercizi commerciali che hanno dato la disponibilità ad ospitare i compattatori.

“Quest’iniziativa nelle Eolie – ha commentato Rosalba Giugni, presidente nazionale di Marevivo – assume per noi un significato speciale. E questo non soltanto perché coniuga un’attività di sensibilizzazione con un’azione di contrasto concreto all’inquinamento, ma anche perché parte in un momento che vede queste isole meravigliose attraversate da un grande fermento e da una straordinaria voglia di cambiamento del quale non possiamo che essere felici di far parte”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684