Pachino, risse tra giovani a Marzamemi

Paura e delirio a Marzamemi, risse tra giovani. Il sindaco: “Stop alla musica fuori dai locali”

web-mp

Paura e delirio a Marzamemi, risse tra giovani. Il sindaco: “Stop alla musica fuori dai locali”

web-mp |
martedì 26 Aprile 2022 - 20:00

La sindaca di Pachino, Carmela Petralito, ha scritto al Prefetto di Siracusa per chiedere la convocazione urgente del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica

Marzamemi, nel degrado e abbandonata. Dopo la giornata di festa per il 25 aprile, il borgo marinano a pochi passi da Pachino, nel siracusano, si risveglia con l’amaro in bocca. Nuovi episodi di violenza e inciviltà, hanno fatto il giro dei social in poche ore, ripresi poi dai principali media locali. Foto e video vedono giovani, riversati a terra tra le vie di Marzamemi, gruppi di giovani ubriachi coinvolti in risse per futili motivi, coinvolgendo altri coetanei inconsapevoli, danni collaterali anche per i commercianti di zona. I segnali di ripresa ci sono, il turismo è tornato a Marzamemi, e con esso anche quell’illegalità senza freni che preoccupa i residenti e non regala una bella immagine al borgo del sud-est della Sicilia, tanto amato e invidiato.

A Marzamemi manca la sicurezza, illegalità senza freni

“chi doveva garantire la sicurezza dei cittadini non ha fatto il suo lavoro” commenta da facebook, Davide Fronterré, consigliere gruppo progressista. “Si, esiste gente – prosegue nel suo lungo post-, in questo stato che viene pagata per organizzare e gestire i flussi turistici, per garantire la salute dei cittadini (sindaco e assessore) altri vengono pagati per garantire la nostra sicurezza ma a questo punto qualcuno non sta facendo il suo lavoro”.

“Il degrado a cui ho assistito ieri è incredibile”

Racconta il consigliere Fronterrè: “A parte la gente che urinava per strada, ci sono state diverse risse, alcune molto violente. Arrivato a casa, alle ore 23 sento delle grida giù per strada e mi affaccio dalla finestra. Trovo due ragazzine, avranno avuto 15 anni , che si nascondevano spaventate nel cortile. Mi raccontano che erano scappate perché un ragazzo aveva uscito una pistola per strada, dopo l’ennesima rissa. Chiamavano i genitori per farsi venire a prendere ma avevano paura a tornare per strada. Il prefetto deve intervenire immediatamente perché la sicurezza dei cittadini è a rischio“.

La foto diffusa sui gruppi facebook, è di ieri sera ed è un frame di un video realizzato ieri sera in una via del borgo marinaro, intorno alle 22.30.

La risposta del sindaco di Pachino: “Provvedimenti urgenti”

“Ho scritto stamattina al Prefetto per chiedere la convocazione urgente del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, perché vengano adottati provvedimenti adeguati in ordine alla gravissima situazione che si verifica nelle ore notturne nel borgo di Marzamemi.

A partire dal 29 aprile, stop alla musica all’aperto a Marzamemi

“Allo stesso tempo – prosegue la sindaca – ho intanto impartito un atto di indirizzo per sospendere, a partire da venerdì prossimo, la diffusione della musica, di qualsiasi tipo, all’esterno degli esercizi pubblici, nelle aree pubbliche e nei luoghi aperti al pubblico della frazione di Marzamemi.

Dobbiamo garantire la qualità della vita dei residenti e l’ordinato svolgimento degli operatori commerciali in regola – conclude la sindaca – chiediamo di non essere lasciati soli in un’azione che mira a salvaguardare uno dei luoghi più belli dell’intera Europa”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684