Caltanissetta, incontro sul caporalato e reportage "Il silenzio del sudore"

“Il silenzio del sudore”, un incontro e un reportage per parlare del dramma del caporalato a Caltanissetta

webms

“Il silenzio del sudore”, un incontro e un reportage per parlare del dramma del caporalato a Caltanissetta

webms |
giovedì 16 Giugno 2022 - 13:28

Un incontro per mantenere alta l'attenzione sul contrasto al caporalato e per ricordare Adnan Siddique nel secondo anniversario del suo brutale omicidio.

Domani, venerdì 17 giugno, a partire dalle ore 18.30, la Casa delle Culture e del Volontariato “Letizia Colajanni” di Caltanissetta ospiterà una conferenza sul caporalato e lo sfruttamento dei lavoratori in agricoltura. In seguito, ci sarà la proiezione del reportage “Il silenzio del sudore”, diretto da Elia Miccichè e prodotto dalla Scuola Nazionale di Cinema, sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia.

Questo prende spunto dall’efferata uccisione di Adnan Siddique, avvenuta due anni fa proprio a Caltanissetta, per svelare un sistema criminale attorno al fenomeno in questione.

L’incontro sul caporalato e il reportage “Il silenzio del sudore”

L’evento vedrà gli interventi – tra gli altri – di Claudio Fava (Pres. Commissione d’inchiesta sul fenomeno della mafia – Ars); Chiara Armenia (Prefetto di Caltanissetta); Abdelkarim Hannachi (redattore regionale Dossier Statistico Immigrazione IDOS); Salvatore Patrì (avvocato della famiglia Siddique) e Filippo Maritato (Presidente del MOVI nisseno).

L’incontro sul caporalato, moderato dal reporter Antonio Turco, è stato organizzato dal MO.V.I. Movimento del Volontariato Italiano, dall’AUSER e dall’Associazione “Il circo pace e bene”, con il sostegno del CE.S.VO.P. (Centro Servizi Volontariato di Palermo). L’evento per la lotta contro il caporalato coincide con secondo anniversario del barbaro omicidio di Adnan Siddique, cittadino nisseno di origine pakistana di 32 anni, assassinato a coltellate la sera del 3 giugno 2020 per essersi fatto portavoce – con varie denunce presentare alle forze di polizia – di alcuni braccianti connazionali vittime di caporalato.

Alla manifestazione – con ingresso libero e gratuito – sono state invitate le autorità locali e regionali, i parlamentari regionali, nazionali ed europei del collegio, i rappresentanti delle forze dell’ordine, delle Organizzazioni sindacali e di categoria, del terzo settore e della società civile, degli Enti e organismi interessati alla problematica.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684