Natale a Viareggio, tra chef stellati e tramonti magici - QdS

Natale a Viareggio, tra chef stellati e tramonti magici

Nicoletta Fontana

Natale a Viareggio, tra chef stellati e tramonti magici

martedì 10 Dicembre 2019 - 00:00
Natale a Viareggio, tra chef stellati e tramonti magici

Una località piena di charme dal fascino bohémienne

Viareggio è molto di più del suo famoso Carnevale e dei suoi bagni estivi. Viareggio è anche il suo mare d’inverno: forte, struggente, vigoroso e romantico. È i suoi tramonti pennellati di rosso, le sue case liberty sul lungomare che rimandano ai fasti della belle époque voluti da Paolina Bonaparte. È quel luogo in cui hanno trascorso parte della loro esistenza personaggi illuminati come Gabriele D’annunzio, Lord Byron, Percey Shelley, il grande maestro Giacomo Puccini e l’aristocratica Maria Luisa Borbone, che di Viareggio ne ha fatto una meta imperdibile, trasformandola da palude a una località piena di charme e di vita. Godere di questa piccola cittadina della Versilia a Natale è qualcosa di estremamente magico, per il fascino tutto bohémienne che trasmette a chi decide di sceglierla come destinazione per le proprie vacanze.

I grandi hotel affacciati sul mare conservano tra le loro mura i discorsi di quell’intellighenzia del primo novecento, aggiungendo una firma alla storia e alla cultura della nostra bell’Italia.

Fermarsi per una cioccolata calda al Gran Caffè Margherita vuol dire immergersi nell’art nuoveau, è sentirsi parte di quell’epoca. È facile immaginare il giovane Giacomo Puccini, che dopo aver lavorato sulla Turandot, arrivava li con la sua Fiat 501 e vi trascorreva ore di goliardia insieme ai suoi amici intellettuali tenendo tra le mani un Margherita.

Nel cielo viareggino all’ora crepuscolo appaiono le stelle, le stesse che ritroviamo nei piatti del ristorante “Regina” e “Il Piccolo Principe” all’interno del Grand Hotel Principe di Piemonte, emblema di lusso e di eleganza. Lo chef Giuseppe Mancino, 2 stelle Michelin propone i suoi menu in cui si fondono l’amore per il territorio abbinato a raffinatezza e tecnica. Circondati da una calda atmosfera affacciati sul lungomare, piatto dopo piatto si potrà avvertire, come in un crescendo rossiniano, la prelibatezza della più alta gastronomia della cucina italiana.

Poco distante dall’hotel al Palazzo delle Muse, gli appassionati dell’arte potranno visitare il Gamc: il Museo di Arte Moderna e Contemporanea e ammirare, tra le sue 3000 opere in esposizione, la più grande raccolta pubblica dei dipinti del pittore viareggino Lorenzo Viani, originale esponente dell’Espressionismo europeo.

In poco meno di 15 minuti di auto si raggiunge la Tenuta San Rossore, ex residenza estiva del Presidente della Repubblica. Qui immersi in un parco millenario è possibile staccare totalmente la spina e farsi rapire dalla natura. Il parco lo si può visitare sia a cavallo, che a piedi, tra barbecue organizzati e visitare i vecchi casali custoditi al suo interno.

Da Viareggio è anche facile raggiungere Forte dei Marmi, Pietrasanta, Lucca, Livorno e Pisa, e questo la rende un’ottima scelta per pensare a un lungo soggiorno, avendo la possibilità di esplorare quanto di bello ha da offrire la Versilia.

Per completare l’esperienza gourmand si può programmare di trascorrere l’ultimo dell’anno a Firenze nella romantica cornice di Torre della Pagliazza, uno dei più antichi edifici del capoluogo toscano.(541-544 d.C.)

Simbolo iconografico del Brunelleschi Hotel, al primo piano si potrà cenare al Ristorante Gourmet Santa Elisabetta e farsi deliziare dai piatti innovativi del giovane chef Rocco De Santis, 1 stella Michelin.

Da non perdere la visita al Museo della Pagliazza per osservare i reperti archeologici rinvenuti durante gli scavi nel seminterrato della Torre, in cui si potranno ammirare un “calidarium” romano, un hammam utilizzato nell’antichità per la sauna, oltre frammenti di epoca romana e una significativa collezione del rinascimento di ceramiche di Montelupo.

INFORMAZIONI

HOTEL

– Grand Hotel Principe di Piemonte www.principedipiemonte.com

– Hotel Brunelleschi www.hotelbrunelleschi.it

MUSEI

– Museo GAMC www.gamc.it/

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684