Troina, il Comune più virtuoso d’Italia - QdS

Troina, il Comune più virtuoso d’Italia

redazione

Troina, il Comune più virtuoso d’Italia

venerdì 27 Novembre 2020 - 00:00
Troina, il Comune più virtuoso d’Italia

All’Ente guidato da Fabio Venezia il riconoscimento dell’Associazione dei Comuni virtuosi 2020. In pochi anni realizzato un piano d’investimenti che ha raggiunto i 75 milioni di euro

TROINA (EN) – Un riconoscimento per il valore e la qualità dell’azione amministrativa svolta negli ultimi anni. Questo ha rappresentato per il Comune, e in particolare per l’Amministrazione guidata dal sindaco Fabio Venezia, la vittoria del Premio nazionale “Comuni Virtuosi 2020”, promosso dall’associazione Comuni virtuosi, con il patrocinio del ministero dell’Ambiente.

Un encomio per i Comuni italiani che si sono distinti con buone pratiche nella vita delle loro comunità attraverso il rispetto dell’ambiente e la valorizzazione turistica, il rilancio culturale e la riqualificazione dei centri storici, la differenziazione dei rifiuti e l’efficientamento energetico.

Troina, grazie alle numerose segnalazioni giunte alla giuria del Premio nei mesi scorsi, era stata selezionata tra gli 11 Comuni finalisti, in larga parte del Centro-Nord Italia, unica rappresentante della Sicilia nella prestigiosa competizione nazionale.

A decretare la vittoria del centro ennese, la votazione pubblica online, tenutasi dall’1 al 15 novembre sul sito dell’associazione che, nell’ambito del concorso “Il gioco del sindaco”, evoluzione del premio ideata dall’associazione per ovviare a quest’anno complesso e difficile, ha visto il primo cittadino Fabio Venezia primo classificato su undici colleghi concorrenti, con 3.072 voti su undicimila.

“Questo – ha detto il sindaco di Troina – è per noi un prestigioso e meritato riconoscimento, frutto dello sforzo di una squadra fatta da uomini e donne e, soprattutto, da tanti giovani che credono nella buona politica come strumento di cambiamento della società. Un premio che gratifica l’impegno civile e culturale di un’intera comunità, fatta di cittadini che credono nel riscatto della nostra terra”.

L’Ente locale, negli ultimi anni, si è distinto per innumerevoli progetti di valorizzazione del territorio. Fra tutti, la dura battaglia di legalità per il recupero di 4.200 ettari boschi demaniali, sottratti alla mafia per realizzare la più grande azienda agricola pubblica italiana, che alleva razze in vie di estinzione e dà attualmente lavoro a otto giovani del territorio, producendo salumi d’eccellenza e prodotti cosmetici con il latte d’asina.

Sul fronte della tutela dell’ambiente, l’Amministrazione troinese si è distinta per aver portato in poco tempo la raccolta differenziata al 75%, per il progetto “Troina amianto free”, che prevede la rimozione dell’eternit da tutte le abitazioni della cittadina e per l’iniziativa “Un albero per ogni nato”, che ha visto la piantumazione di oltre 250 alberi di alloro, nelle aree a verde del centro abitato.

Riconosciuti anche gli originali progetti di valorizzazione del centro storico: dalla riqualificazione dei quartieri medievali alla realizzazione di moderni sistemi di accessibilità, dal restauro delle chiese all’apertura di spazi museali ed espositivi, dai contributi alle giovani coppie che acquistano la prima casa nei quartieri storici al Piano del colore e della pietra, dal “Progetto case a 1 euro” al regolamento sul decoro urbano. Infine, significativi i risultati ottenuti sul fronte della programmazione e dell’ottenimento di finanziamenti pubblici, per progetti relativi all’efficientamento energetico, all’edilizia scolastica, alla riqualificazione urbana, alla messa in sicurezza del territorio e all’impiantistica sportiva, grazie all’istituzione dell’Ente, dell’Ufficio Europa e dell’Ufficio Progettazione.

Come evidenziato dal Comune, in pochi anni è stato realizzato un piano di investimenti di ben 75 milioni di euro, che ha fatto diventare il centro ennese una delle prime stazioni appaltanti di Sicilia.

Per le buone pratiche e la qualità dell’azione amministrativa, inoltre, nel 2016 il sindaco Fabio Venezia è stato insignito, alla Camera dei Deputati, del Premio nazionale Angelo Vassallo “per aver difeso con coraggio la legalità nella gestione del patrimonio naturale dei Nebrodi e per la qualità dei progetti di rilancio del territorio e di riqualificazione del centro storico”.

Il premio assegnato dai Comuni virtuosi non prevede alcun riconoscimento economico, ma rappresenta un messaggio altamente simbolico, che mira alla diffusione e alla contaminazione dell’esperienza e del modello di sviluppo perseguito e alla realizzazione di un servizio audio e video del Comune, la cui storia sarà visibile sul portale dei Comuni Virtuosi e sui profili social della rete.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684