No profit, Fondazione Sicilia sostiene i progetti in arte, ricerca scientifica e sviluppo sostenibile - QdS

No profit, Fondazione Sicilia sostiene i progetti in arte, ricerca scientifica e sviluppo sostenibile

Francesco Torre

No profit, Fondazione Sicilia sostiene i progetti in arte, ricerca scientifica e sviluppo sostenibile

martedì 02 Marzo 2021 - 00:00
No profit, Fondazione Sicilia sostiene i progetti in arte, ricerca scientifica e sviluppo sostenibile

Presentato il bando per la concessione dei contributi, le proposte vanno inviate entro il 30 ottobre

Palermo – Presentato nelle scorse settimane nell’ambito di un webinar online con oltre 40 iscritti, il Bando aperto per la concessione di contributi 2021 della Fondazione Sicilia vuole essere, secondo il Segretario generale dell’ente, Guido Gianferrara, un primo passo per stabilizzare l’intervento della Fondazione in alcuni settori strategici per lo sviluppo regionale.

Dopo anni in cui l’opera dell’organizzazione nata nel 1991 con il nome di Fondazione Banco di Sicilia è stata orientata al recupero e alla valorizzazione di due gioielli architettonici quali Palazzo Branciforte e Villa Zito, oggi siti delle Collezioni artistiche dell’ente, la Fondazione si apre infatti ai finanziamenti diretti per “Arte, Attività e Beni culturali”, “Ricerca Scientifica e Tecnologica: sviluppo e innovazione”, “Sviluppo Sostenibile: protezione e qualità ambientale” con una dotazione economica complessiva di 150 mila euro.

Modalità di partecipazione, criteri di valutazione ed elementi acceleratori sono stati illustrati dall’esperto di progettazione Giorgio Sordelli, anche in replica alle tante domande arrivate dall’uditorio di potenziali interessati. Quanto ai beneficiari, per esempio, come recita il Regolamento per l’esercizio dell’attività istituzionale della Fondazione possono essere riconosciuti quali destinatari tutti i soggetti organizzati che lavorano senza finalità di lucro, costituiti da almeno un anno alla data di pubblicazione del Bando, ovvero 18 gennaio 2021.

I partecipanti, poi, potranno concorrere – con un solo progetto – in maniera indipendente o attivando una rete di partenariato, e in tal caso la soluzione verrà considerata come elemento positivo in sede di valutazione dell’istanza. Le proposte potranno riguardare l’intero territorio siciliano, avere una durata massima di un anno e dovranno avviarsi obbligatoriamente entro tre mesi dalla concessione del contributo.

Andando invece agli aspetti economici, gli interventi saranno richiedibili da un minimo di 5 mila ad un massimo di 15 mila euro, secondo la seguente suddivisione per settori: Arte, Attività e Beni Culturali: € 60.000; Ricerca Scientifica e Tecnologica: € 45.000; Sviluppo Sostenibile: € 45.000.

I cofinanziamenti non sono previsti obbligatoriamente ma anch’essi costituiranno elemento premiante in fase di valutazione. Importante, poi, sottolineare che al di sotto della soglia dei 10.000 euro, la Fondazione non prevede tranche intermedie di erogazione, per cui gli enti aggiudicatari di contributo dovranno provvedere a proprie spese a realizzare gli interventi per poi richiedere, in fase di rendicontazione, il rimborso delle somme.

Le proposte potranno essere presentate unicamente tramite la piattaforma Rol (Richieste e rendicontazioni online) già da subito e comunque entro la data del 30 ottobre, fermo restando che l’ottica di base sarà quella del bando a sportello e che i progetti verranno valutati e sostenuti con cadenza bimestrale. Il bando integrale e il manuale di rendicontazione sono pubblicati sul sito della Fondazione (fondazionesicilia.it), dove potrà essere possibile visualizzare già in home page anche il webinar di presentazione, successivamente reso pubblico tramite piattaforma Youtube.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684