Nuove aree pedonali in centro storico e città sempre meno a misura di auto - QdS

Nuove aree pedonali in centro storico e città sempre meno a misura di auto

Gaspare Ingargiola

Nuove aree pedonali in centro storico e città sempre meno a misura di auto

giovedì 18 Luglio 2019 - 05:00
Nuove aree pedonali in centro storico e città sempre meno a misura di auto

L’Amministrazione comunale canta vittoria celebrando un “profondissimo cambiamento culturale”. Rivoluzione in arrivo dalla fine del mese per via Maqueda e corso Vittorio Emanuele

PALERMO – Da fine mese tutta via Maqueda – dal Teatro Massimo alla Stazione Centrale – e tutto corso Vittorio Emanuele – da piazza Indipendenza a piazza Marina – saranno pedonali, con via Roma a doppio senso di marcia.

Lo ha deciso la Giunta Orlando che con un atto di indirizzo ha ordinato all’Ufficio Traffico di elaborare entro il 30 luglio un’ordinanza per limitare il traffico nel Cassaro Basso (tra i Quattro Canti e via Porto Salvo) e nella parte di via Maqueda tra i Quattro Canti e piazza Giulio Cesare. Perché “limitare” e non “isolare”? Perché tecnicamente si tratta di due Zone a traffico limitato. Attualmente corso Vittorio Emanuele, cioè il Cassaro, è pedonalizzato solo nella parte alta, ossia da Porta Nuova ai Quattro Canti, mentre via Maqueda è pedonalizzata dai Quattro Canti al Massimo. Ora si procederà con gli altri due spezzoni fino alla Stazione Centrale e fino al mare. Le due arterie resteranno aperte ad auto e moto soltanto per tre ore al giorno, dalle 7 alle 10. Dalle 10 alle 7 del mattino successivo invece il transito (a non più di 10 km/h) sarà consentito solo a veicoli d’emergenza e forze dell’ordine, residenti muniti di apposito pass, turisti e operatori turistici diretti verso una struttura ricettiva e veicoli turistici di linea, apetaxi, taxi, carrozze e auto a noleggio.

I tecnici dell’Ufficio Traffico potranno comunque prevedere “eventuali modesti tratti nei quali consentire il libero transito al fine di collegare funzionalmente due traverse equiverse e simili, in modo da consentire percorsi di attraversamento”. Inoltre, per mitigare l’impatto sul traffico dovranno studiare, come detto, il doppio senso di circolazione in via Roma. Una volta scattate queste due nuove Ztl, di fatto, il cuore del centro storico di Palermo sarà interamente a misura di pedone.

“Un nuovo importante provvedimento – hanno dichiarato il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Mobilità Giusto Catania – che è certamente pratico ma esprime anche il profondissimo cambiamento culturale della nostra città: oggi sono stati i residenti e i commercianti di queste vie a chiedere a gran voce la pedonalizzazione. Quegli stessi residenti e commercianti che sei anni fa avevano annunciato, e a volte fatto, le barricate contro le pedonalizzazioni. Tutti hanno finalmente compreso come la vivibilità non sia soltanto utile per respirare meglio ma sia anche conveniente per creare e rafforzare condizioni economiche e di sviluppo”.

A proposito di pedonalizzazioni, potrebbe essersi sbloccato un cantiere che un domani consentirà di trasformare in un’isola pedonale il lungomare di Mondello. Si tratta del completamento di via Palinuro da via Galatea a via Mondello: un’opera da 2 milioni di euro (fondi regionali) il cui iter burocratico è iniziato addirittura nel 2012 con un contributo economico di 250 mila euro da parte dell’Amministrazione comunale e il cui cantiere era stato subito bloccato una volta partito perché mancava una variante urbanistica, redatta lo scorso febbraio dall’amministrazione comunale. Con una nota del 4 luglio il Dipartimento regionale alle Infrastrutture, che nel frattempo aveva sollevato una serie di rilievi, ha dato il via libera definitivo alla variante e quindi adesso i lavori potrebbero ripartire.

Il completamento di via Palinuro permetterebbe la chiusura al traffico della strada che costeggia la spiaggia (viale Regina Elena) mentre chi viene da Partanna o da Palermo città potrà raggiungere la piazza centrale nei pressi della Torre percorrendo via Principe di Scalea, dove verrebbe istituito il senso unico di marcia. Il percorso in direzione inversa verrebbe compiuto con partenza dalla nuova via Palinuro per poi proseguire lungo viale del Ciclope, piazzale Giove e viale dei Pioppi fino alla rotonda di Valdesi, proprio all’ingresso della frazione balneare.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684