Olivero Toscani attacca (di nuovo) la Sicilia: "E' ancora una terra di mafia" - Video - QdS

Olivero Toscani attacca (di nuovo) la Sicilia: “E’ ancora una terra di mafia” – Video

web-la

Olivero Toscani attacca (di nuovo) la Sicilia: “E’ ancora una terra di mafia” – Video

web-la |
mercoledì 06 Aprile 2022 - 20:36

Toscani, classe 1942, ha appena compiuto 80 anni e pubblicato un’autobiografia, e a Mow, un nuovo format, ha spiegato la propria visione dell’economia e della società

Olivero Toscani torna a parlare di Sicilia. In maniera non esattamente lusinghiera ma certamente provocatoria. Parlando della propria esperienza politica come assessore alla Cultura nel Comune di Salemi, il celebre fotografo ha detto che «la Sicilia è ancora mafiosa. Ancora adesso, ci vorrà qualche generazione. Ma è l’Italia che è mafiosa: siamo mafiosi e fascisti. Questo è un paese fascista».

L’anno scorso il fotografo aveva detto che la Sicilia “Era una discarica di intelligenze. Un vero peccato. Si opera in un sistema di perenne compromesso. Sono incazzatissimo con i siciliani”.

Le parole di Toscani

Toscani, classe 1942, ha appena compiuto 80 anni e pubblicato un’autobiografia, e a Mow ha spiegato la propria visione dell’economia e della società: «Abbiamo deciso di delegare, e dare in mano, le nostre vite, politicamente e quindi economicamente e culturalmente, ai banchieri. Perché abbiamo deciso che i soldi sono la cosa più importante. La cosa più importante per noi è: il denaro. Siamo veramente dei venduti, tutti: siamo dipendenti dal denaro». 

Le critiche sui giovani

Toscani durissimo anche sui giovani: “Ci sono 30enni, 40enni e 50enni di oggi, che sono una generazione di dementi: collaborazionisti, venduti, dei maiali. Non avete nessun senso della sovversione, non avete nessun senso della Vita: del vivere, la vita. E non consumarla”, ha detto a “MOW against Toscani”, ideato dal direttore Moreno Pisto per il magazine lifestyle di AM Network. 

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684