Pachino Igp manca dagli accordi Ue con la Cina - QdS

Pachino Igp manca dagli accordi Ue con la Cina

redazione

Pachino Igp manca dagli accordi Ue con la Cina

mercoledì 13 Novembre 2019 - 17:57
Pachino Igp manca dagli accordi Ue con la Cina

Il protocollo anti contraffazione non lo prevede e il Consorzio tutela del pomodoro si è appellato alle autorità competenti ricordando che è "uno dei prodotti più soggetti a falsificazione dell'intero settore agroalimentare"

“Il pomodoro di Pachino Igp è uno dei prodotti più soggetti a falsificazione dell’intero settore agroalimentare, ma, nell’ambito dell’accordo anti contraffazione siglato nei giorni scorsi tra Cina ed Unione europea, non figura nell’elenco dei prodotti da tutelare”.

A denunciarlo è stato il Consorzio del Pomodoro di Pachino Igp con il presidente Salvatore Lentinello.

Con l’allarme si segnala che oltre al pomodoro di Pachino non sono tutelati dall’accordo neanche tutti gli altri prodotti Igp e Dop provenienti dalla Sicilia.

“Siamo molto amareggiati – ha commentato Salvatore Lentinello – e ci attiveremo affinché il nostro pomodoro rientri nella lista dei prossimi prodotti agroalimentari che necessitano di tutela”.

“L’accordo stipulato nei giorni scorsi non premia – ha aggiunto – la scelta di puntare su colture o prodotti prettamente territoriali e di qualità. E i produttori si ritrovano, ancora una volta a essere l’anello debole della filiera. Chiediamo alla politica e all’Ue un’attenzione più costante ed efficace su queste tematiche. È indispensabile attivarci per farci sentire nei modi opportuni dalle autorità competenti”.

“La penalizzazione si aggiunge – ha spiegato inoltre in una nota il Consorzio di tutela – a quella già subita dall’intero comparto ortofrutticolo siciliano nell’ambito del trattato Ue-Marocco in cui le aziende produttrici della Regione a statuto speciale sono state sfavorite su prezzo, costi e tecniche di produzione”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684