Palermo calcio, c'è l'ok al progetto del nuovo centro sportivo - QdS

Palermo calcio, c’è l’ok al progetto del nuovo centro sportivo

Web-al

Palermo calcio, c’è l’ok al progetto del nuovo centro sportivo

Web-al |
martedì 19 Ottobre 2021 - 16:12

Il Comune di Torretta ha deliberato il permesso a costruire la nuova "casa" del Palermo nell'area già opzionata, adiacente al campo comunale

Il progetto del Nuovo Centro Sportivo del Palermo può finalmente avere inizio. Il Comune di Torretta, raccolti anche gli ultimi pareri esterni da parte di tutti i soggetti istituzionali interessati, attraverso la conferenza di servizi appositamente istituita negli scorsi mesi, ha deliberato il permesso a costruire la nuova “casa” del Palermo nell’area già opzionata, adiacente al campo comunale.

Lo scorso 27 aprile, era stato ufficialmente protocollato al Comune di Torretta il progetto definitivo del nuovo centro sportivo del Palermo, nel rispetto delle prescrizioni normative previste e di concerto con le indicazioni assunte dal Coni e dall’Istituto del Credito Sportivo. Oggi, grazie all’intensa collaborazione tra tutti i soggetti interessati al procedimento, è stato dunque ufficialmente depositato il via libera alla realizzazione dell’impianto.

IL PROGETTO

Nella prima fase, accanto al campo comunale già affidato in gestione al Palermo FC e i cui lavori di ripristino da parte del Comune di Torretta sono in pieno svolgimento, sorgeranno altri due campi da gioco regolamentari, uno in sintetico e uno in erba naturale. A ridosso dei tre campi, una nuova grande struttura che comprenderà la palestra con strumentazioni all’avanguardia, spogliatoi per la prima squadra e la Primavera, sala conferenze e altri spazi tecnici utili allo svolgimento delle attività sportive.

La casa padronale già presente nell’area, grazie a un restauro conservativo, diventerà invece la nuova club house del Palermo, con sale relax e spazi comfort, oltre a un ristorante completamente attrezzato per i pasti del gruppo squadra. E poi ancora un ampio parcheggio per pullman e mezzi privati, campi da padel aperti anche al pubblico e ampie distese di ulivi e vegetazione locale.

Ultimo passaggio per dare il via definitivo ai lavori è l’attivazione delle linee di credito e di garanzia da parte dell’Istituto del Credito Sportivo e Irfis, coinvolti fin dall’inizio nella realizzazione del progetto, a cui lavora da oltre un anno un team completamente palermitano di architetti, ingegneri e geologi, oltre a un lungo elenco di professionisti e collaboratori che hanno consentito con il loro lavoro e le loro competenze il raggiungimento di questo primo obiettivo.

IL PRESIDENTE MIRRI

“A tutti loro, al prefetto di Palermo Giuseppe Forlani, alla commissione prefettizia del Comune di Torretta e a tutto l’ufficio tecnico comunale coordinato dall’architetto Musarra, va un ringraziamento particolare”, ha detto il presidente Dario Mirri.

“E’ il sogno di ogni tifoso che si realizza davvero. Il Centro Sportivo del Palermo FC è un asset decisivo per il futuro del nostro Palermo e sarà una garanzia di continuità aziendale ed anche di successi sportivi fondati su basi solide e durature.

Magari vedremo presto dei giovani palermitani affermarsi con la nostra maglia addosso, proprio grazie a un luogo deputato a coltivare talenti. Un investimento che si traduce in maggiore solidità societaria rinforzando la sua componente immobiliare, ma anche, a cascata, in un miglior rendimento della squadra, in termini sportivi”.

I tifosi saranno presto coinvolti nella scelta del nome della nuova “casa rosanero”, attraverso un sondaggio nei canali digitali del Palermo. Ma sarà possibile anche partecipare attivamente all’investimento immobiliare: una quota del capitale sociale raccolto per finanziare l’opera sarà accessibile a quote di partecipazione popolare, a cominciare dall’Associazione Amici Rosanero, che già nel 2019 entrò in società raccogliendo una somma destinata proprio alla nascita del Centro Sportivo. (ITALPRESS).

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684