Palermo, invitano donna per fare sesso e la rapinano: arrestati

Palermo, invitano donna per fare sesso, ma la rapinano. Arrestati due pregiudicati

web-meg

Palermo, invitano donna per fare sesso, ma la rapinano. Arrestati due pregiudicati

web-meg |
martedì 19 Aprile 2022 - 12:16

La polizia ha arrestato i due pregiudicati che avevano organizzato un incontro con una donna all'interno di una struttura ricettiva per poi immobilizzarla, picchiarla e rapinarla

La Polizia di Stato ha eseguito un provvedimento di custodia cautelare domiciliare nei confronti di due malviventi palermitani, ritenuti gli autori di una violenta rapina.

Hanno immobilizzato e picchiato la vittima

Si tratta di due pregiudicati di lungo corso a dispetto della giovane età, 18 e 19 anni, che organizzarono un incontro con una donna all’interno di una struttura ricettiva cittadina, con il pretesto di volere consumare un rapporto sessuale.

Una volta all’interno della struttura, i due affrontarono la donna e manifestarono le loro reali intenzioni: immobilizzarono la vittima, la picchiarono e le sottrassero 800,00 euro e due cellulari, prima di allontanarsi.

I poliziotti del Commissariato di P.S. “Porta Nuova”, hanno svolto approfonditi riscontri e complesse indagini che si sono avvalse di presidi tecnologici, quali le numerose telecamere di sorveglianza degli esercizi limitrofi alla struttura ove si è consumato il reato. Decisiva anche la mappatura dei tabulati telefonici degli apparecchi sottratti alla vittima.

I due hanno precedenti analoghi

L’articolata attività d’indagine svolta dagli investigatori del Commissariato di P.S. “Porta Nuova” ha permesso di identificare due malviventi residenti in altra zona cittadina rispetto a quella della commissione del reato. E’ risultato anzi che i due annoverassero analoghi precedenti di polizia, anche abbastanza recenti, compiuti in provincia.

Sono in corso indagini, quindi, per verificare la responsabilità dei due anche in ordine ad altri, eventuali,  analoghi reati, magari ancora non denunciati dalle vittime.

Si precisa che i due destinatari di misura restrittiva, sono al momento indiziati in merito al reato contestato e che la loro posizione sarà definitiva solo dopo l’emissione di una, eventuale, sentenza passata in giudicato.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684