Pallanuoto, Tempesti, "rimango in acqua altri tre anni" - QdS

Pallanuoto, Tempesti, “rimango in acqua altri tre anni”

redazione web

Pallanuoto, Tempesti, “rimango in acqua altri tre anni”

lunedì 25 Maggio 2020 - 00:01

Stefano, portiere dell'Ortigia Siracusa, che ne ha 41, sogna la sua sesta Olimpiade. Si guadagna il soprannome di "Infinito" e parla dell'ambiente "sportivo e umano eccezionale" della società aretusea, "nonostante le enormi difficoltà"

Eterni ragazzi. Highlander dello sport. Vanno avanti sfidando l’età prima ancora degli avversari, fissando traguardi sempre ambiziosi.

Stefano Tempesti si iscrive a una ristretta cerchia di atleti che, come dice scherzando, “non capisce quando è giusto farsi da parte”.

Tra un paio di settimane d’altronde il portiere dell’Ortigia Siracusa compirà 41 anni ma di voler appendere la calottina al chiodo proprio non ne vuol sapere.

Anzi, ha deciso di accettare la proposta di rinnovo triennale offertagli dal club siciliano e quindi difenderà i pali fino al 2023. Puntando allo stesso tempo a strappare una convocazione per i Giochi di Tokyo che, se dovesse arrivare, gli permetterebbe di centrare la sesta Olimpiade in carriera eguagliando il record di un certo Manuel Estiarte.

“Vediamo se riesco ad acchiapparlo, sognare non costa niente…” spiega Tempesti, pronto a rituffarsi in acqua con lo stesso entusiasmo di sempre. Nemmeno le avverse circostanze esterne sono riuscite a convincerlo ad uscire dalla piscina. Eppure l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di coronavirus ha scombussolato i piani a molti.

Il coetaneo Valentino Rossi, per esempio, non ha ancora deciso se tirare il freno e chiudere a questo giro stagione in MotoGP e carriera.

Un altro quarantenne che invece avrebbe voluto continuare a dire ancora la sua in campo è Francesco Totti che, proprio durante il lockdown, ha ribadito di aver tirato l’ultimo calcio al pallone per volontà altrui.

Per poter continuare a giocare non basta infatti la forza di volontà. Serve anche che qualcuno continui a puntare su di te nonostante la carta d’identità, offrendoti l’opportunità di proseguire in questa seconda giovinezza.

E i primi testimonial dell’Airone della pallanuoto azzurra sono proprio il patron del Circolo Canottieri Ortigia, Giuseppe Marotta, e il tecnico della squadra, Stefano Piccardo.

“Quando – racconta Tempesti – mi hanno parlato del progetto ne sono stato entusiasta e l’ho sposato a 360 gradi. Qui ho trovato persone che mantengono la parola. Un ambiente sportivo e umano eccezionale, una società seria che non ha fatto nessun passo indietro durante la pandemia nonostante le enormi difficoltà”.

La scelta dello scorso anno di continuare a giocare a Siracusa dopo l’addio alla Pro Recco insomma si è rivelata più che mai azzeccata.

“Decido d’istinto e l’Ortigia mi garantiva la possibilità di rimettermi in gioco ad alti livelli e di puntare alle Olimpiadi” ricorda, precisando però che stavolta la decisione di firmare per tre anni “è stata ponderata perché porto con me tutta la famiglia, moglie e due figli. Si tratta di un progetto condiviso. Sappiamo a cosa andiamo incontro, non è un salto nel vuoto”.

“Mi piace lavorare su grandi progetti. L’entusiasmo c’è, la voglia pure, ma nel momento in cui mi renderò conto di non poter garantire il massimo mi fermerò” sottolinea Tempesti, Airone abituato a volare sempre ad alta quota: “Il mio obiettivo resta Tokyo.

Non ci voglio nemmeno pensare al fatto che possa saltare anche l’anno prossimo. Io portabandiera? Già essere tra i papabili è un onore. Sarebbe un sogno, si scriverebbe la storia”.

La sua, di storia. Quella di “Infinito” Tempesti.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001