Partinico, illuminazione pubblica, appalto affidato ai privati - QdS

Partinico, illuminazione pubblica, appalto affidato ai privati

Vincenza Grimaudo

Partinico, illuminazione pubblica, appalto affidato ai privati

sabato 24 Luglio 2021 - 00:03

I commissari prefettizi del Comune di Partinico hanno sciolto le riserve e deciso di affidare il servizio alla ditta “Ottima” di Milano. Concessione da 15 milioni di euro in vent’anni

PARTINICO (PA) – Gli impianti di illuminazione pubblica saranno assegnati alla ditta Ottima di Milano. Così hanno stabilito i commissari prefettizi del Comune di Partinico dopo avere visionato il parere pro-veritate che era stato richiesto ad un ingegnere, Fabio Massaro, professore ordinario dell’università di Palermo della facoltà di Ingegneria Elettrica, con specializzazione nelle materie di impianti di illuminazione e sistemi elettrici di produzione e trasmissione, e ad un avvocato, Giancarlo Pellegrino, professionista con comprovata esperienza in diritto civile, amministrativo, enti locali ed in materia societaria con particolare riferimento alle società pubbliche partecipate.

In linea di massima, con alcuni aggiustamenti da inserire nella convenzione che è stata implementata e che sarà firmata tra Comune e ditta, l’appalto risulta essere vantaggioso per il Comune e proprio per questo è stato stabilito di darvi seguito, anche per evitare di incorrere in contenziosi. Nel parere pro-veritate viene evidenziato che rispetto all’appalto originario che venne assegnato nel 2017, e che sino ad oggi non è mai stato consegnato, sono state inserite ulteriori clausole che hanno migliorato le condizioni a vantaggio del Comune. Un lavoro di mediazione che è stato fatto nel tempo prima dall’Amministrazione comunale del sindaco Maurizio De Luca e successivamente proseguita sotto la gestione del commissario straordinario, Rosario Arena.

Ad essere stati accertati degli errori tecnici all’origine dell’emissione del bando di gara: dall’errato censimento dei punti luce, per cui ne sono stati rilevati ben 650 in meno, all’errato censimento dei quadri elettrici, anche qui tre in meno, per arrivare alla conseguente non corretta stima dei consumi nello scenario futuro. I primi due punti vanno a scapito della ditta aggiudicataria, nel terzo caso invece si determinerebbe un aggravio dei costi per il Comune ma, secondo il parere pro-veritate, questo errore sarebbe superato dal fatto che rispetto a quando è stato emesso il bando il calcolo dei consumi era nettamente più basso rispetto ai consumi attuali.

Il che significa che in caso di bando ex novo, qualora si volesse annullare quello già aggiudicato, comporterebbe una base d’asta con costi superiori per effetto dei consumi più alti a cui far fronte per la ditta aggiudicataria. È stato quindi stabilito di confermare il bando aggiudicato nel 2017, con l’aggiunta di 4 modifiche più che altro tecniche. Sul piano legale è stato poi evidenziato che sono “oramai cristallizzati nella loro validità ed efficacia gli atti di gara, anche per il decorso dei termini per proporre impugnazione”. Inoltre si escludono “illegittimità dal punto di vista amministrativo, e pertanto gli atti vanno considerati come pienamente efficaci”.

Stabilito quindi che il Comune consegnerà gli impianti ad Ottima con un corrispettivo bimestrale ed un canone annuo pari a quasi 750 mila euro per i prossimi 20 anni. La ditta avrà come compito quello di ammodernare gli impianti luce, convertirli in led e con a carico anche la manutenzione straordinaria.

Nei primi due anni di contratto effettuerà la manutenzione straordinaria; realizzerà 900 punti luce in più; stipulerà anche un’assicurazione contro furti, incendi e atti vandalici; e si farà anche carico della riattivazione di tutto l’impianto di videosorveglianza che solo in parte in città è stato attivato.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x