Piano Battaglia, impianti sci chiusi, le accuse della società alla Città metropolitana di Palermo - QdS

Piano Battaglia, impianti sci chiusi, le accuse della società alla Città metropolitana di Palermo

web-iz

Piano Battaglia, impianti sci chiusi, le accuse della società alla Città metropolitana di Palermo

web-iz |
lunedì 29 Novembre 2021 - 15:18

Cosa ne sarà degli impianti sciistici di Piano Battaglia? La neve è già arrivata, ma l'eccesso di burocrazia l'ha precedeuta

“Abbiamo chiesto la pronuncia dei tribunali e avremo la pazienza di aspettarla sostenendo le nostre ragioni in quelle sedi. Non possiamo però sottrarci dallo smentire le menzogne: l’area sciabile attrezzata di Piano Battaglia è chiusa per la decisione unilaterale della Città metropolitana di Palermo di gestire le piste in modo irregolare, tanto da giungere, ogni anno, all’apertura degli impianti a stagione quasi ultimata. Per questo consideriamo risolto il contratto ormai dall’ottobre del 2020”. Lo dice in una nota la società Piano Battaglia srl.

“Abbiamo offerto di consegnare gli impianti già da quella data. Ed è facile immaginare con quanta sofferenza, dopo averne fortemente voluto la progettazione esecutiva, la costruzione e la gestione. La Città metropolitana di Palermo ha rifiutato di prenderli in consegna e pure di revisionare il contratto, nel caso, come la Città metropolitana sostiene, debba considerarsi ancora in corso. Ad oggi però non è stato correttamente individuato il gestore delle piste per l’inverno imminente, né tantomeno per la rimanente durata di quel contratto di gestione degli impianti. Stando così le cose, la legge vieta di mettere in esercizio gli impianti. In questo senso gli sport invernali e il loro indotto, nella Sicilia Occidentale, devono ritenersi bloccati dagli uffici pubblici competenti e non da questa Impresa che già da tempo si è messa da parte, rinviando ad altra sede, e purtroppo ad altri tempi, l’accertamento della verità”. (ANSA)

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684