Scuola, gli interventi della Regione con il Piano covid - QdS

Scuola, gli interventi della Regione con il Piano covid

Pietro Vultaggio

Scuola, gli interventi della Regione con il Piano covid

mercoledì 30 Settembre 2020 - 00:04
Scuola, gli interventi della Regione con il Piano covid

Per il settore dell’istruzione 38 milioni di euro e pubblicazione del bando prevista per il 30 ottobre. Adeguamento degli ambienti e valorizzazione della scuola digitale saranno gli oggetti del finanziamento

PALERMO – Il Piano Covid, per la ripresa ed il rilancio dell’Isola, prevede un intervento di 38 milioni di euro complessivi anche per il settore dell’istruzione.

In particolare, è in programma la riqualificazione delle scuole per la sicurezza individuale e il mantenimento del distanziamento sociale, ma anche l’acquisto di attrezzature e programmi informatici per la valorizzazione della scuola digitale.

La pubblicazione del bando è prevista il 30 ottobre 2020, dopo di che ci sarà una settimana di tempo per potere accedere al portale (https://siciliapei.regione.sicilia.it) e manifestare l’intenzione di accedere al finanziamento.

A ciascun beneficiario verrà, quindi, comunicato l’importo del singolo finanziamento assegnato e ci sarà un’altra settimana per predisporre la documentazione necessaria e il relativo progetto. Infine, nella settimana successiva si potrà procedere all’invio dell’istanza.

Chi sono i soggetti beneficiari? Scuole statali primarie e secondarie di primo grado; scuole statali secondarie di secondo grado; scuole paritarie primarie e secondarie di primo e di secondo grado che svolgono il servizio con modalità non commerciali (legge numero 62 del 2000).

Il primo intervento ha ad oggetto l’adattamento e l’adeguamento degli ambienti e delle aule didattiche negli edifici adibiti a uso scolastico, a garanzia della sicurezza individuale e del mantenimento del distanziamento sociale.

Nel dettaglio, potranno essere finanziati: lavori necessari per migliorare sia gli spazi che lo spostamento all’interno e all’esterno degli istituti scolastici, ma anche l’acquisto di arredi. La dotazione finanziaria per il primo piano è di ventiquattro milioni di euro, di cui 18 milioni alle scuole statali primarie e secondarie di primo e secondo grado; due milioni alle scuole paritarie primarie e secondarie di primo e secondo grado; due milioni alle Università, ai Centri universitari sportivi ed alle Istituzioni Afam (Alta Formazione Artistica e Musicale); due milioni agli Enti di formazione.

L’importo complessivo verrà suddiviso in una quota fissa per ciascun Ente e una quota variabile in funzione del numero complessivo degli alunni. In seguito all’aggiudicazione, il beneficiario potrà richiedere l’erogazione dell’80% dell’importo finanziato. Il secondo intervento è, invece, indirizzato alla valorizzazione della scuola digitale e del metodo computazionale, prevedendo l’infrastrutturazione digitale; l’acquisto di materiale informatico, da consegnare in comodato d’uso agli studenti provenienti da nuclei familiari privi di strumenti idonei e maggiormente svantaggiati; l’acquisto e l’installazione di attrezzature e programmi informatici, pacchetti e strumenti per il traffico dati.

La dotazione finanziaria, per questo secondo piano di rilancio, è di tredici milioni e 470 mila euro, di cui 5 milioni per un intervento a Regia regionale; otto milioni e 470 mila per l’Avviso pubblico. Anche per questo intervento, l’importo complessivo verrà suddiviso in una quota fissa per ciascuna scuola che avrà fatto richiesta e una quota variabile in funzione del numero complessivo degli alunni.

In seguito all’aggiudicazione il beneficiario potrà richiedere subito l’erogazione dell’80% dell’importo finanziato. L’inizio scolastico non è stato dei migliori, si sono registrate tante mancanze nelle scuole siciliane. Con questo programma, dovrebbe risolversi il problema per una istruzione sempre più al passo con i tempi e pronta a combattere il Covid-19.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684