Madonie, il ponte di Blufi rimane chiuso, prigioniero della burocrazia - QdS

Madonie, il ponte di Blufi rimane chiuso, prigioniero della burocrazia

web-dr

Madonie, il ponte di Blufi rimane chiuso, prigioniero della burocrazia

Vincenzo Lapunzina  |
venerdì 25 Marzo 2022 - 16:20

Manca il “visto” della Ragioneria generale che autorizza la spesa di circa 30 mila euro all’Ufficio Viabilità e Trasporti della Città Metropolitana di Palermo

Il ponte di Blufi rimane chiuso e prigioniero della burocrazia della Città Metropolitana di Palermo.
Passano i mesi (3) i giorni (91) e, se li conti, anche le ore (12) e i minuti (47, mentre scriviamo).
Parafrasando la frase di una canzone di De André continuiamo a “battere la lingua sul tamburo”, raccogliendo l’indignazione di chi su quel ponte ci passava ogni santo giorno, per lavoro e per raggiungere i Comuni limitrofi, collegati dall’intercomunale Blufi-Castellana Sicula, ma anche lo svincolo di Irosa.

In attesa del visto della Ragioneria generale

Secondo le informazioni acquisite da QdS manca il “visto” della Ragioneria generale che autorizza la spesa di circa 30 mila euro all’Ufficio Viabilità e Trasporti dello stesso Ente.
La somma sarebbe bastevole per incaricare un professionista di verificare la staticità del pilone n° 9 e di indicare i lavori necessari per la messa in sicurezza e, cosa più importante, se ci sono le condizioni per riaprire al traffico “leggero”.

Allorquando l’ex Provincia approverà il bilancio previsionale 2022 si libereranno altre risorse per un ulteriore incarico di progettazione di messa in sicurezza dell’intera infrastruttura, composta da 18 piloni, il più alto svetta per circa 35 metri.

950 mila euro per rifare l’intero ponte

L’importo complessivo dei lavori, già decretati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è di 950 mila euro.
Somme da tempo destinate dalla Città Metropolitana per la messa in sicurezza del “ponte sant’Andrea”.
La terna di tecnici da invitare sarebbe già stata individuata dagli Uffici metropolitani, si tratta di tre docenti in servizio presso le Università di Enna, Catania e Palermo, titolari di altri incarichi affidati dalla Città Metropolitana.

«Uno dei tre professionisti non dovrebbe avere problemi ad accettare l’incarico – dichiara l’ingegnere Elio Venturella, responsabile della viabilità “Palermo Est” dell’ex Provincia – il mio Ufficio è pronto a invitare i professionisti, aspettiamo il via libera degli Uffici finanziari della Città Metropolitana. Abbiamo avuto rassicurazioni che le risorse ci sono. Dovremmo ricevere gli atti nelle prossime ore».

Ponte Blufi chiuso dal 24 dicembre 2021

“Il ponte di Blufi è chiuso dal 24 dicembre 2021. Per quanto tempo ancora gli utenti dovranno rimanere prigionieri della burocrazia della Città Metropolitana, atteso che, tra l’altro, diversi operatori economici accusano perdite di fatturato per oltre il 40%?”.

È la domanda che abbiamo posto – per tramite l’Ufficio stampa – al Sindaco Metropolitano di Palermo, Leoluca Orlando, che dal 7 giugno 2016 rappresenta l’Ente.
Allorché riceveremo la risposta ne daremo contezza ai lettori e aggiorneremo la conta dei giorni.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001