Prestiti agevolati fino a 500 mila euro per sostenere l’imprenditoria sociale - QdS

Prestiti agevolati fino a 500 mila euro per sostenere l’imprenditoria sociale

redazione

Prestiti agevolati fino a 500 mila euro per sostenere l’imprenditoria sociale

giovedì 11 Luglio 2019 - 00:00
Prestiti agevolati fino a 500 mila euro per sostenere l’imprenditoria sociale

Unicredit e Fei hanno siglato un accordo che prevede un plafond di 50 milioni di euro. Possono beneficiare dei finanziamenti le imprese profit e non profit

MILANO – Il Fondo europeo per gli investimenti e UniCredit hanno siglato un accordo che prevede un plafond di 50 milioni di finanziamenti a impatto sociale in favore di imprese sociali italiane che soddisfano specifici criteri di impatto. L’accordo beneficia del sostegno del programma dell’Ue per l’occupazione e l’innovazione sociale (Easi) e del Fondo europeo per gli investimenti strategici (Efsi), fulcro del Piano degli investimenti per l’Europa, conosciuto anche come “Piano Juncker”.

Potranno beneficiare di questi finanziamenti imprese profit e non profit, con un fatturato annuo massimo di 30 milioni. L’obiettivo è sostenere queste aziende con prestiti più convenienti, fino a 500.000 euro per ogni singola operazione. Questa operazione segue l’accordo siglato con il Fei nell’aprile 2018 a garanzia di un plafond di 50 milioni a beneficio di 2.500 microimprese italiane e quelli firmati all’inizio del 2019 con la Bei a sostegno delle mid-cap italiane, con particolare attenzione verso l’imprenditoria femminile, le imprese innovative e i progetti di lotta al cambiamento climatico.

Jean Pierre Mustier, ceo UniCredit, ha commentato: “È nostro dovere sostenere le comunità locali e la continua collaborazione con il Fei, è la dimostrazione dei nostri obiettivi condivisi: costruire una società più equa e sostenibile attraverso un costante impegno a supporto dell’economia italiana”.

Dario Scannapieco, presidente del Fei e vice presidente del Gruppo Bei, ha dichiarato: “Il Gruppo Bei pone la sostenibilità al centro delle sue attività. La finanza inclusiva e quella a impatto sociale sono strumenti chiave per le istituzioni europee. Condividendo questo obiettivo, UniCredit rappresenta un partner cruciale per il Gruppo”.

UniCredit gestirà la selezione delle iniziative sociali e l’erogazione del finanziamento dell’impatto sociale attraverso l’intera rete commerciale nazionale. Per potersi candidare, le imprese devono dichiarare il loro impegno sociale, gli obiettivi di impatto specifico che intendono raggiungere e rendersi disponibili a misurare i loro progressi durante l’intera durata del finanziamento. Infine UniGens, associazione di volontari composta da attuali ed ex dipendenti di UniCredit, fornirà mentoring e formazione alle imprese selezionate.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684