Programmi d’investimento intellettuale per gli studenti - QdS

Programmi d’investimento intellettuale per gli studenti

redazione

Programmi d’investimento intellettuale per gli studenti

venerdì 13 Dicembre 2019 - 00:00
Programmi d’investimento intellettuale per gli studenti

Innovazione e cultura al centro dei progetti per la next generation gelese. Più consapevolezza verso le problematiche ambientali ed energetiche

GELA (CL) – Dieci progetti dedicati alla formazione degli studenti delle scuole di primo e secondo grado della città di Gela sono attivi sul territorio.

Si chiamano “Amare il mare”, “Circular School”, “Eni + Scuola”, “Aquatic Life Lab”, “Living opportunities for our Planet”, “QdS in classe”, “Distretto di Gela”, “Cultura crea”, “Tour didattici siciliani”, “Abbandono scolastico”, “Alternanza scuola-lavoro”, a cui si aggiungeranno le novità “Io vivo sicuro” e “Guide open day”.

Sono tutti programmi d’investimento intellettuale, in innovazione e cultura, che stanno già arricchendo la next generation gelese.

“Vogliamo parlare di economia circolare ai ragazzi – ha evidenziato Sandro Olivieri di Eni Rewind – perchè proprio i ragazzi possono darci una spinta a migliorare”.

Con il progetto “Tour didattici siciliani”, lo scorso anno scolastico, sono stati coinvolti 150 studenti delle scuole superiori del Centro-Nord Italia. Quest’anno, da marzo a maggio 2020, saranno oltre 400 gli studenti che potranno conoscere le diverse realtà aziendali Eni, visitare gli stabilimenti e stare fianco a fianco dei lavoratori.

Il progetto è finalizzato all’acquisizione di competenze in ambito energetico, attraverso l’osservazione diretta e la partecipazione ad attività didattiche, il tutto abbinato alla conoscenza del patrimonio culturale, storico e paesaggistico siciliano.

“Portarli dentro agli stabilimenti vuol dire svelare il funzionamento di ciò che caratterizza il loro territorio – ha spiegato Olivieri -. I giovani sono curiosi, vogliono scoprire i meccanismi di funzionamento dei processi, e questo è molto importante, perché abbiamo bisogno di capire come riutilizzare le risorse che abbiamo ora disponibili”.

“Amare il mare”, progetto nato con lo scopo di far acquisire agli studenti maggiore consapevolezza rispetto al ruolo del mare, scoprendone il valore sul piano ambientale, socio-economico e culturale, ha durata triennale ed è stato avviato nell’ottobre 2017. Coinvolge 29 studenti della scuola secondaria di primo grado “E. Romagnoli” di Gela.

I temi trattati toccano materie di biologia marina, archeologia marina, energia, migrazioni o pesca sostenibile.

“Circular School” si pone invece l’obiettivo di favorire la diffusione di una cultura volta alla trasformazione del modello di economia lineare in economia circolare. L’iniziativa è dedicata ai bambini delle scuole primarie di Gela e Niscemi per un totale di circa 400 alunni.

“Eni + Scuola” vuole sensibilizzare i ragazzi per un utilizzo più responsabile delle energie, con un focus sui temi dell’economia circolare. Un’occasione per sperimentare il processo legato, proprio, all’economia circolare attraverso l’esperienza, la scoperta e il gioco. I ragazzi hanno modo di approfondire, tramite quattro kit dedicati (Produrre, Trasformare, Conservare e Riparare), le azioni chiave di questo sistema economico. Il percorso formativo coinvolge 91 studenti delle scuole di Gela.

“Aquatic Life Lab” è invece finanziato dalla Comunità europea e incentrato sull’approfondimento della biodiversità marina nel Mediterraneo. Per analizzare adeguatamente l’ambiente marino del Mediterraneo, sono stati selezionati come partner quattro istituti d’istruzione secondaria superiore che si affacciano su diverse località marine: Ravenna e Gela per l’Italia – con i Licei Oriani di Ravenna e Vittorini di Gela – ma anche Cipro e Croazia – con gli istituti Apostolon Petrou & Pavlou di Limassol e V. Gimnazija di Zagabria – per un totale di 160 studenti.

L’obiettivo è quello di sviluppare e sperimentare un approccio di apprendimento innovativo utilizzando le tecnologie digitali. Determinante è la dimensione internazionale e tecnologica, che contribuirà a sviluppare competenze linguistiche e digitali di indiscussa utilità per l’inserimento nel mondo del lavoro.

Il carattere scientifico altamente qualificato è dato dal coinvolgimento di partner specializzati nella didattica marina, come la Fondazione Cetacea e il Blue World Institute.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684