Ragusa, un ecomuseo per esaltare il territorio - QdS

Ragusa, un ecomuseo per esaltare il territorio

Stefania Zaccaria

Ragusa, un ecomuseo per esaltare il territorio

martedì 08 Settembre 2020 - 00:00
Ragusa, un ecomuseo per esaltare il territorio

Pubblicato il 2 settembre un avviso pubblico di adesione per soggetti pubblici e privati. Gli aderenti al Carat potranno contribuire a ricerca, valorizzazione e interventi

Un progetto culturale innovativo che mira ad esaltare il territorio come luogo dei saperi delle comunità locali. Si può definire così un Ecomuseo, ossia un’organizzazione museale che favorisce lo sviluppo sostenibile del territorio, attraverso la valorizzazione e la messa in rete delle dinamiche culturali locali, la creazione di sinergie con il comparto turistico ed economico, l’attenzione all’ambiente e la promozione delle logiche della sostenibilità.

È quello che si vuole creare anche a Ragusa ed è proprio per questo che, con determinazione sindacale n. 46 del 2 settembre, è stato approvato l’avviso pubblico e la relativa modulistica rivolto a soggetti pubblici e privati che intendono aderire all’Ecomuseo Carat.

“L’Ecomuseo – ha sottolineato la vicesindaco Giovanna Licitra – rappresenta l’espressione della cultura di un territorio ed ha come principale riferimento la comunità locale. Carat è un’istituzione in evoluzione finalizzata allo sviluppo culturale, sociale ed economico di Ragusa: insieme al Comitato tecnico-scientifico, gli aderenti potranno contribuire a ricerca, documentazione, conservazione e valorizzazione del nostro patrimonio culturale materiale e immateriale, dall’ambiente naturale alla storia e alle tradizioni.

Possono aderire a Carat università e scuole, persone fisiche e giuridiche, enti locali, istituzioni religiose, associazioni sia pubbliche che private, associazioni di volontariato senza scopo di lucro, parchi e riserve naturali su base locale e regionale, gli istituti di ricerca, le fondazioni, le cooperative di servizi, gli operatori commerciali e imprenditoriali con almeno una sede nel territorio eco museale”.

Si tratta di una buona occasione per non perdere numerose memorie dell’area iblea. “Quante volte – ha aggiunto l’assessore alla Cultura, Clorinda Arezzo – abbiamo notato potenzialità non pienamente sfruttate del nostro territorio, rimpianto tradizioni che rischiano di andare perdute, espresso il desiderio di salvaguardare e valorizzare a pieno il nostro ambiente naturale? Aderendo a questo avviso pubblico tutti potranno far parte dell’Ecomuseo e contribuire allo sviluppo di Ragusa, culturale e non solo. Già in occasione del recente Ecotour, al completo in ogni suo appuntamento, abbiamo toccato con mano la disponibilità delle associazioni e l’interesse di ragusani e turisti: è il momento di dare stabilità alla rete”.

Le domande possono essere presentate, esclusivamente via Pec, al protocollo del Comune di Ragusa, entro e non oltre le ore 12,00 del 5 ottobre 2020.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684