Rdc, Inps: nel 2022 respinte 240mila domande: ecco perché

Rdc, Inps: nel 2022 respinte 240mila domande, ecco perché

ritacinardi

Rdc, Inps: nel 2022 respinte 240mila domande, ecco perché

Redazione  |
venerdì 09 Dicembre 2022 - 09:57

L'istitituto di previdenza informa che sono state intercettate le istanze sintomatiche della presunta insussistenza di uno o più requisiti

“L’Inps ha intensificato i controlli ex ante” sulle domande per il reddito di cittadinanza “nell’ottica di prevenire ed individuare i comportamenti opportunistici e fraudolenti”. Lo comunica l’istituto di previdenza, che informa: “Ciò ha consentito di intercettare le istanze sintomatiche della presunta insussistenza di uno o più requisiti in capo al richiedente (o al nucleo familiare) e di altre situazioni potenzialmente incompatibili e di adottare tempestivamente i conseguenti provvedimenti di reiezione, anticipando tale verifica al momento della presentazione delle domande, scelta recepita e oggi regolata da una specifica norma di legge”.

Reddito di cittadinanza, quali domande sono state respinte

In particolare, informa l’Inps, i principali scenari di rischio riguardano: 1. mancanza del requisito della residenza in Italia; 2. false o omesse dichiarazioni relativamente alla posizione lavorativa dei componenti il nucleo familiare; 3. false dichiarazioni circa la composizione del nucleo familiare”. Gli scenari di rischio elaborati ed i relativi allarmi attivati dall’Inps “hanno permesso di individuare su circa 1.290.000 domande pervenute, nei primi dieci mesi del 2022, oltre 290.000 a rischio: 240.000, rientranti negli scenari 1 e 2, sono state respinte in automatico, prima che la prestazione potesse essere indebitamente percepita; 50.000 sono state sospese e sottoposte ad ulteriori controlli”.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001