Reddito di cittadinanza, la stabilizzazione ai navigator. Disoccupati dimenticati - QdS

Reddito di cittadinanza, la stabilizzazione ai navigator. Disoccupati dimenticati

redazione

Reddito di cittadinanza, la stabilizzazione ai navigator. Disoccupati dimenticati

Michele Giuliano e Patrizia Penna  |
martedì 12 Aprile 2022 - 05:30

“Magia” del Reddito di cittadinanza: in un colpo solo non ha creato occupazione ma due bacini a rischio clientelismo, quello dei percettori e quello dei navigator

“Magia” del Reddito di cittadinanza: in un colpo solo non ha creato lavoro ma due bacini a rischio clientelismo, quello dei percettori e quello dei navigator.
Attenzione, non fraintendete. Nessuno vuole negare l’importanza di uno strumento (sacrosanto) di sostegno alle famiglie che vivono in condizioni di povertà.

Al netto delle frodi, che si commentano da sole, al Reddito di cittadinanza è però mancata un’anima, l’altra metà della mela: non ha raggiunto lo scopo più nobile che non è certo quello di erogare “l’elemosina”, il sussidio fine a sé stesso ma piuttosto quello di restituire una dignità e un futuro a tutte quelle persone senza un lavoro e dunque senza prospettive.

Anche nel 2021 in Sicilia il Reddito di cittadinanza si è dimostrato essere un fallimento sotto il profilo… CONTINUA LA LETTURA. QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI
ABBONATI PER CONTINUARE LA LETTURA

Tag:

Articoli correlati

2 commenti

  1. Miriam ha detto:

    Ma i Navigator non hanno firmato un contratto a tempo determinato? Quindi non lo sapevano che c’era la possibilità che finisse?
    Se fanno l’indeterminato a loro, lo devono fare a chiunque.
    In ogni caso ora ci servono i soldi per le armi.
    Le armi costano. Quindi qualcosa dovranno tagliare…
    Armi armi armi. Diventeremo un repubblica fondata sulle armi!

    1. Antonio M ha detto:

      Cara Miriam i navigator hanno firmato un contratto a termine ma gli era stato detto che glielo avrebbero convertito in t.indet. ok? E poi si guardi intorno in Italia abbiamo medici, insegnanti , impiegati, operai , guardie forestali ecc stabilizzati…dov’è il problema? A lei cosa tange? Invidiosa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684