Regionali, silenzio su Musumeci ora preoccupa persino Fontana - QdS

Regionali, silenzio su Musumeci ora preoccupa persino Fontana

Raffaella Pessina

Regionali, silenzio su Musumeci ora preoccupa persino Fontana

mercoledì 22 Giugno 2022 - 07:00

Il presidente della Regione Lombardia: “Centrodestra s’incontri e parli”. De Luca: “Nello abbandonato da tutti, affronti le sue responsabilità”

PALERMO – Si accentuano le schermaglie tra le forze politiche in vista delle Regionali previste in Sicilia il prossimo autunno. Cateno De Luca, uno dei candidati a presidente della Regione, risponde alle dichiarazioni dell’attuale governatore Nello Musumeci che vorrebbe dimettersi dal proprio incarico, ma mantenere la sua candidatura: “Ancora una volta l’analisi che avevo affidato solo pochi giorni fa alla stampa in merito alla posizione politica di Nello Musumeci si è rivelata assolutamente aderente alla realtà dei fatti – ha detto De Luca -. Nello Musumeci oggi tenta di mostrare i muscoli che non ha provando a ricattare la ‘banda bassotti politica’. Non ritira la sua candidatura ma si vuole dimettere subito anche da governatore della Sicilia. Ultimo disperato tentativo da parte del presidente che cede al colpo di grazia che il risultato elettorale di Messina gli ha inferto”.

Il candidato ex sindaco di Messina ha ricordato che lo scorso 15 giugno, nel corso di una conferenza stampa aveva profetizzato che Musumeci sarebbe stato abbandonato anche da Giorgia Meloni: “Una profezia che si è avverata nonostante molti non lo credessero possibile. Oggi, solo e inchiodato alle sue responsabilità, tenta un’ultima forzatura per provare a salvare il banco che, però, ormai è saltato. Sicilia Vera sostiene Musumeci. Noi siamo per la sua ricandidatura. Non gli consentiremo di fuggire senza aver dato conto del suo fallimento politico ai siciliani. Quest’ultima mossa non fa che confermare quanto sia politicamente vigliacco. Noi vogliamo che Musumeci resti al suo posto fino al 6 novembre e che si presenti al popolo siciliano mostrando cosa ha fatto e cosa soprattutto non ha fatto”.

Il silenzio di Musumeci preoccupa Attilio Fontana

Ma all’interno della coalizione di centrodestra non arrivano reazioni alle dichiarazioni di Musumeci, e il silenzio preoccupa a tal punto che la situazione siciliana colpisce di riflesso anche gli altri governatori come il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana: “L’accordo era che dopo il secondo turno delle amministrative si sarebbe cominciato a discutere delle regionali, a partire dalla Sicilia dove si vota prima – ha detto Fontana -. Io ho dato la mia disponibilità, non posso fare altro che aspettare che il centrodestra si incontri e parli. L’unico vero valore da tutelare è l’unità della coalizione”.

Nel centrosinistra invece si registra la posizione di Italia Viva che in merito alle primarie delle forze progressiste che si terranno il 23 luglio, hanno espresso una valutazione critica, perché si tratta di un metodo che presenta grossissime lacune: “Per le elezioni regionali Italia Viva Sicilia lavorerà per costruire un polo riformista e moderato, che si ispiri al modello Draghi per governare la Sicilia in un socialmente ed economicamente davvero drammatico – è scritto in una nota di Italia Viva Sicilia -. Nessuna scorciatoia populista o sovranista potrà rilanciare la nostra Regione. I coordinatori provinciali, i sindaci e i parlamentari di periodo Italia Viva hanno dato mandato al presidente del gruppo al Senato, Davide Faraone, per avviare le necessarie interlocuzioni con le forze politiche che guardano al centro per costruire un ambizioso progetto unitario da sottoporre ai siciliani”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684