“Chiederemo lo stato di crisi per il turismo siciliano” - QdS

“Chiederemo lo stato di crisi per il turismo siciliano”

redazione

“Chiederemo lo stato di crisi per il turismo siciliano”

sabato 03 Ottobre 2020 - 00:00
“Chiederemo lo stato di crisi per il turismo siciliano”

Lo ha detto l'assessore regionale Manlio Messina, affermando che si tratta del comparto "che ha pagato il prezzo più alto” sotto il profilo economico. Musumeci, “Fare rete per dare una spallata alla crisi”

PALERMO – “Il prolungamento dello stato di emergenza deciso dal governo nazionale, ferma restando in questa fase la necessità di contenimento dei contagi da Coronavirus, va ad aggravare pesantemente la situazione di crisi in cui versa l’economia legata al turismo sia nella nostra Isola che nel resto d’Italia”.

Lo ha detto l’assessore del Turismo, dello sport e dello spettacolo della Regione Siciliana Manlio Messina.
“Il turismo – ha aggiunto – è il comparto che in Sicilia ha pagato e sta pagando più di molti altri il prezzo più alto a causa del lockdown e l’estate appena passata non è stata certamente utile a ripianare i danni irrimediabili che hanno compromesso perfino l’esistenza di centinaia di aziende in Sicilia”.

“Un ulteriore seguito dello stato di emergenza – prosegue Messina – blocca inevitabilmente i flussi turistici e di conseguenza le compagnie aeree e le grandi aziende che vogliono investire sul turismo nella nostra Isola. Nell’augurarci che questo provvedimento possa essere riconsiderato e soprattutto che non crei danni più grossi di quelli che già le nostre imprese hanno dovuto subire chiediamo che il ministro intervenga subito per attivare lo stato di crisi per il turismo”.

Di turismo ha parlato anche il presidente della Regione, Nello Musumeci: “Il futuro della Sicilia – ha detto nel corso di un’intervista televisiva – sta nel suo passato”.

“Si tratta soltanto – ha proseguito – di riuscire a mettere in rete queste straordinarie testimonianze che quindici civiltà, quindici invasioni e dominazioni nel corso dei millenni hanno lasciato sulla nostra isola. Altro che popolo generoso e accogliente”.

Per Musumeci “bisogna fare rete e questo purtroppo – ha affermato – nel passato non si è fatto in maniera sufficiente. Come governo regionale siamo impegnati in una vasta e costosa campagna di promozione. Abbiamo affidato a Dolce e Gabbana il compito di promuovere l’immagine della Sicilia nel mondo con le loro sfilate, abbiamo prenotato e organizzato il concerto di Bocelli. Proprio domani (oggi per chi legge, ndr) parte dalla Sicilia il giro d’Italia che è stato finanziato dalla Regione. Siamo convinti che questa terra, con un turismo capace di essere qualitativamente soddisfacente, possa dare una spallata alla crisi economica”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684