La relazione del sindaco di Catenanuova sul biennio 2020/2021 - QdS

La relazione del sindaco di Catenanuova sul biennio 2020/2021

Elisa Saccullo

La relazione del sindaco di Catenanuova sul biennio 2020/2021

giovedì 24 Febbraio 2022 - 08:26

Il primo cittadino Scravaglieri ha presentato un bilancio di quanto fatto nel periodo più complesso legato alla pandemia da Covid-19: “Abbiamo avuto gravi rallentamenti nella gestione amministrativa”

CATENANUOVA (EN) – Le iniziative e le attività svolte nel biennio 2020/2021 dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Carmelo Scravaglieri, sono condensate nella relazione annuale pubblicata sul sito ufficiale del Comune.

L’Amministrazione Scravaglieri si è insediata nel giugno del 2018 ed è dunque nella fase conclusiva del mandato. “Abbiamo sempre operato – ha scritto il primo cittadino – per il bene del paese e della popolazione. Se sono stati commessi degli errori, mai in malafede. Il nostro lavoro quotidiano è stato sempre improntato ai principi e della legalità e della correttezza”.

Il primo cittadino si è soffermato in particolare sulla pandemia causata dal Covid-19, sottolineando come quanto accaduto a livello globale abbia indubbiamente avuto delle ripercussioni sull’attività amministrativa. “La pandemia – ha spiegato – che è stata una delle crisi più complicate e difficili, ha interessato anche il nostro Comune che, a causa dell’alto numero dei contagi, per un periodo è stato dichiarato Zona rossa. Spesso abbiamo dovuto tenere gli uffici chiusi a causa dei contagi frequenti anche tra il personale e tutto ciò ha comportato consistenti rallentamenti nella gestione della situazione amministrativa”.

“La ripresa – ha aggiunto – sta risultando difficile, non soltanto per noi. Ma con grande impegno stiamo rimettendo a regime l’attività del nostro Comune”.

Il sindaco, proprio in relazione allo sforzo profuso durante i mesi più critici del Coronavirus, ha voluto rivolgere dei ringraziamenti alla propria squadra di governo – dal vice sindaco Santo Privitera, agli assessori Roberta Rizzo e Adele Mazzaglia – per averlo sostenuto “condividendo lavoro, impegno, difficoltà, progettazione per il futuro della nostra città”.

Tra i punti centrali della relazione vi è quello dedicato al Protocollo d’intesa siglato con la Prefettura di Enna per la legalità e la prevenzione dei tentativi di infiltrazione criminale. “Tale atto – ha spiegato il sindaco – ha lo scopo di rafforzare il principio che la nostra Amministrazione è schierata apertamente, e in maniera convinta, per il rispetto della legalità. Tale Protocollo è finalizzato, nella forma più rigorosa, alle attività di prevenzione dei tentativi d’infiltrazione della criminalità organizzata nella filiera degli esecutori e dei fornitori degli appalti di lavori pubblici sotto soglia, nonché al costante monitoraggio degli eventuali cantieri e delle imprese coinvolte nell’esecuzione delle opere. In considerazione che sono stati resi cantierabili alcuni progetti, e altri saranno cantierabili a breve, questo documento è utile ed efficace a garanzia della legalità. Abbiamo chiesto e ottenuto che gli organi competenti vigilassero quotidianamente”.

“Gestire quasi due anni di pandemia – ha concluso Scravaglieri – non è stato facile. Ma grazie al lavoro della Giunta, degli impiegati, delle Forze dell’Ordine, dei volontari, dei medici, siamo stati in grado di gestire l’emergenza limitando al massimo i danni. Sono sicuro che tutti abbiamo fatto il nostro dovere con reale dedizione a garanzia della nostra città e, tra mille difficoltà, si è riusciti a mitigare l’impatto negativo della pandemia ancora, purtroppo, presente nelle nostre esistenze e nella vita quotidiana di ognuno di noi”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684