Rimborsi Covid per il Tpl, giustizia è fatta per i viaggiatori - QdS

Rimborsi Covid per il Tpl, giustizia è fatta per i viaggiatori

web-dr

Rimborsi Covid per il Tpl, giustizia è fatta per i viaggiatori

web-dr |
mercoledì 23 Dicembre 2020 - 11:59

Il nuovo Decreto Assessoriale n. 4353 del 17 dicembre 2020 recepisce quanto stabilito dalla normativa nazionale. Sparisce il termine illegittimo di decadenza del beneficio entro cui presentare la richiesta di rimborso (31 dicembre 2020)

Alla luce
del Decreto Assessoriale n. 4353 del 17 dicembre 2020 contenente modifiche alle
Linee guida sulle modalità di rimborso dei titoli di viaggio del TPL
ferroviario
Federconsumatori Sicilia e Comitato Pendolari
Sicilia
si ritengono finalmente soddisfatte nella forma e nella sostanza,
della decisione presa dalla Regione Sicilia in merito ai rimborsi spettanti ai
viaggiatori che non hanno potuto sfruttare biglietti e abbonamenti a causa
della pandemia.

Il nuovo Decreto Assessoriale recepisce quanto da noi richiesto e stabilito dalla normativa nazionale (articolo 215 del Decreto Legge 34/2020).

Nel
dettaglio, sparisce il termine illegittimo di decadenza del beneficio entro cui
presentare la richiesta di rimborso dei biglietti o degli abbonamenti non
fruiti, che nel precedente decreto era stato fissato al 31 dicembre 2020.

Vengono
previsti i rimborsi sia per tutti i titoli di corsa semplice che per gli
abbonamenti settimanali, mentre nel primo decreto era previsto solo per gli
abbonamenti mensili e annuali, e spariscono i limiti temporali previsti,
andando oltre il termine previsto del 10 giugno.

Altresì, vengono
eliminate le incomprensibili limitazioni esistenti nel vecchio Decreto
all’utilizzo del rimborso in contanti, allargando la platea dei soggetti che
potranno beneficiare del rimborso in denaro contante.

Finalmente
sono stati ripristinati nella nostra Regione i diritti dei viaggiatori
riconosciuti a livello nazionale ed europeo in materia di rimborso.

Sia Federconsumatori
che il Comitato Pendolari Sicilia avevano espresso le loro osservazioni
il 23 settembre scorso, nel corso del tavolo di confronto con il Governo
Regionale e in seguito trasmessa una segnalazione all’Antitrust e all’Autorità
dei Trasporti.

“Abbiamo
aspettato a lungo questo nuovo decreto che accogliesse le nostre osservazioni
– commenta il presidente di
Federconsumatori Sicilia, Alfio La Rosae non possiamo che essere
contenti del risultato ottenuto. Il Decreto Assessoriale 4353/2020 finalmente
accoglie le nostre proposte adeguandosi alla normativa nazionale e, in più
punti, con la ragionevolezza”
.

“Non
riuscivamo a capire per quale motivo
– aggiunge il presidente del Comitato Pendolari
Sicilia, Giacomo Fazioin Sicilia non erano rimborsabili gli
abbonamenti mensili oltre a maggio e quelli annuali oltre al 10 giugno. Finalmente
viene sanata una situazione che noi abbiamo più volte denunciato, grazie alla
collaborazione con le Istituzioni in un momento molto critico.”
.

E’ stato
tolto qualsiasi ostacolo o alterazione all’esercizio del diritto di rimborso è che
era in netto contrasto con la normativa vigente e proprio per questo
Federconsumatori e il Comitato Pendolari hanno reiteratamente chiesto la
modifica del decreto.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001