Saldi in Sicilia, si parte venerdì 1 luglio: "Ogni famiglia spenderà in media 200 euro" - QdS

Saldi in Sicilia, si parte venerdì 1 luglio: “Ogni famiglia spenderà in media 200 euro”

web-mp

Saldi in Sicilia, si parte venerdì 1 luglio: “Ogni famiglia spenderà in media 200 euro”

web-mp |
lunedì 27 Giugno 2022 - 19:39

Si parte da venerdì 1 luglio. La guida ai saldi estivi 2022 e le offerte già online

Quando iniziano i saldi estivi in Sicilia? La risposta è venerdì 1 luglio. La Sicilia sarà la prima regione in Italia ha inaugurare la stagione delle spese a prezzi ribassati per trovare il prodotto desiderato ad un prezzo conveniente. Sabato 2 luglio toccherà poi a quasi tutte le altre regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania,  Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto. Nessuna data ufficiale per Trento e provincia.

Cidec: “Ogni famiglia spenderà in media 200 euro”

Gli sconti che in Sicilia prenderanno il via venerdì 1 luglio registreranno buoni esiti, certamente migliori rispetto alle vendite del 2020 e del 2021. A formulare la previsione è la Confederazione italiana esercenti commercianti Sicilia (Cidec), guidata dal presidente regionale Salvatore Bivona. “Ogni famiglia spenderà in media cento euro in più rispetto all’anno scorso: ovvero, complessivamente, circa duecento euro – dice -. Il tutto malgrado l’inflazione, i rincari energetici, il Covid che incombe ancora una volta e lo spettro della guerra: fattori certamente da non sottovalutare, ma che non impediranno al commercio di risollevarsi, seppure parzialmente, dopo due anni di fermo”.

I saldi in Sicilia, grandi aspettative a Palermo

Secondo il presidente regionale, tuttavia, un aiuto giungerà anche dai turisti – sia italiani che stranieri – in giro per le città siciliane, Palermo in testa. Dove, in particolare, si assiste – soprattutto nei negozi del centro storico – a nuove modalità di diversificazione dell’offerta merceologica, una scelta precisa da parte degli esercenti per vendere di più e soddisfare al meglio le esigenze dei consumatori. “In via Maqueda, dove le aspettative legate ai saldi sono più elevate per via dei flussi di visitatori – spiega Bivona, che ricopre anche il ruolo di presidente della Cidec di Palermo –, non sono pochi i commercianti che hanno scelto di proporre, congiuntamente agli articoli di abbigliamento, anche oggetti e souvenirs tradizionalmente legati ai turisti”.

Quando iniziano i saldi estivi 2022 online?

Online, come spesso accade, i saldi estivi sono già iniziati. A fare da apripista gli e-commerce multibrand, luxury e non: sconti e ribassi interessano perlopiù le collezioni Primavera-Estate 2022 e quelle precedenti (in quest’ultimo caso, è facile trovare prezzi ribassati anche fino al 70%). Sconti sono già in corso su Mytheresa, Net-a-porter, Luisaviaroma e Farfetch; ma anche su Zalando e SSense.

Consigli per saldi in sicurezza

Per approfittare dei saldi nei negozi fisici, non ci sono più tutte le restrizioni che hanno caratterizzato i periodi di promozioni dei mesi passati. Si consiglia comunque di fare attenzione e di avere sempre gli occhi bene aperti, contro possibili truffe.

Il Codacons

Il Codacons ricorda sempre di fare acquisti intelligenti per evitare fregature. Innanzitutto il negoziante è tenuto a mostrare chiaramente prezzo di partenza, lo sconto e il prezzo finale. E attenzione a sconti particolarmente allettanti, superiori al 50%: il negoziante in questo caso potrebbe aver gonfiato il prezzo di partenza per aumentare la percentuale di sconto e ingolosire il cliente.

Il cambio dopo l’acquisto, è possibile in periodo di saldi?

E’ bene ricordare che una volta acquistata merce in saldo la si può cambiare, ma è a discrezione del negoziante. Ovviamente, è essenziale che il capo restituito sia integro e non danneggiato. Qualora, invece, l’acquirente si rendesse conto di un difetto, può farlo presente entro due mesi dall’acquisto: in quel caso il negoziante è obbligato alla riparazione o sostituzione del capo o ancora alla restituzione della somma pagata. Qualora la sostituzione non fosse possibile, si ha diritto alla restituzione dei soldi (non ad un buono).

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684